Quantcast
facebook rss

Il pusher della stazione
patteggia 3 anni e mezzo di carcere

ASCOLI - L'afgano era stato fermato alla stazione di San Benedetto grazie al fiuto infallibile del cane delle Fiamme Gialle. I militari lo condussero anche in ospedale per una radiografia temendo la presenza di ovuli contenenti la droga nello stomaco
...

La stazione di San Benedetto (foto Cicchini)

Era stato beccato il 24 novembre  con 210 gramma di eroina addosso grazie al fiuto del cane della Guardia di Finanza in “servizio” alla stazione di San Benedetto. Questa mattina un cittadino afgano (F.M.A, le sue iniziali) residente a Napoli ha patteggiato davanti al giudice Rita De Angelis una condanna a 3 anni, sei mesi e 20 giorni di carcere. L’uomo, difeso dagli avvocati Simone Matraxia e Maurizio Cacaci, si trova al momento agli arresti domiciliari. Era stato arrestato durante un controllo dei finanzieri insospettiti dall’insistente “segnalazione” del cane antidroga. E così dal gubbino dello straniero era spuntato fuori un involucro sferico contenente l’eroina. Inoltre all’uomo erano stati sequestrati 350 euro in contanti, due smartphone e una carta prepagata. I finanzieri, inoltre, condussero l’uomo all’ospedale Madonna del Soccorso per sottoporlo ad una radiografia temendo la presenza di ovuli contenenti stupefacenti all’interno del corpo dell’individuo che aveva con sé una ricetta per un farmaco lassativo per bambini. Tuttavia il controllo radiografico diede poi esito negativo.

San Benedetto, la Finanza arresta straniero con 210 grammi di eroina


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X