Quantcast
facebook rss

Monossido killer,
muore bambina di 11 anni

SASSOFERRATO - L'allarme è scattato stamattina alle 7,30 quando i genitori, nel tentativo di svegliare i figli, si sono resi conto di quello che era accaduto. Il più piccolo di 7 anni è ricoverato in gravi condizioni. Sul posto Vigili del fuoco, 118 e Carabinieri
...

I genitori erano andati a svegliarli per prepararsi ed andare a scuola ma lei, 11 anni, non ha più aperto gli occhi ed il fratellino di 7, in stato di incoscienza e in gravi condizioni, è stato ricoverato all’ospedale di Fabriano. Un tragico risveglio per una famiglia sudamericana che abita nella frazione Aspro-Coldellanoce del Comune di Sassoferrato (Ancona), in un casolare nella piana sotto il monte Cucco.

Si sospetta che il killer misterioso sia stato il monossido di carbonio esalato da una vecchia stufa, sistemata proprio in prossimità della camera da letto dei bambini. Gli unici a non avvertire gli effetti dell’intossicazione sono stati proprio i genitori dei due ragazzini che si trovavano in un’altra stanza. Sul posto stanno ancora operando i Vigili del fuoco di Arcevia con una squadra del Nucleo batteriologico, chimico e radioattivo (Nbcr) della centrale di Ancona, che con appositi strumenti di rilevazione può accertare se ci sono concentrazioni velenose di CO nella casa.

E’ intervenuta anche una pattuglia dei Carabinieri per accertare la cause della tragedia. E’ probabile che il piccolo venga trasferito all’ospedale di Fano o di Ravenna per essere sottoposto a sessioni di camera iperbarica.

(servizio in aggiornamento)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X