Quantcast
facebook rss

Riapre la biblioteca
comunale “Rivosecchi”

GROTTAMMARE - Dopo la sospensione dei servizi per accogliere gli alunni della scuola "Speranza", la struttura torna operativa dal 22 gennaio con orari diversi e novità. Resta sospesa l’apertura della mediateca, che l’Amministrazione punta a rendere più efficiente e funzionale
...

Dopo diversi mesi di sospensione del servizio, serviti per ospitare i bambini della scuola “Speranza”, martedì 22 gennaio riapre al pubblico la biblioteca comunale “V. Rivosecchi”.

La biblioteca “Rivosecchi”

Le attività didattiche continueranno a convivere con i servizi bibliotecari, dal momento che tre scolaresche sono ancora ospiti della struttura occupandone l’intero piano primo, ma per evitare sovrapposizioni è stato varato un orario settimanale diverso dal passato: la biblioteca, dunque, sarà aperta nei giorni di martedì, giovedì, venerdì e sabato, dalle 15 alle 19. Anche l’organizzazione interna è stata rivista e adeguata alle attuali necessità.

La sala ragazzi

I servizi bibliotecari, infatti, saranno concentrati al piano terra e al secondo piano. Al piano terra, tornerà ad essere utilizzata la sala bimbi accanto alla reception, lo spazio internet e la sala ragazzi come sala di lettura e consultazione; il secondo piano accoglierà una sala lettura (dalla riduzione della sala conferenze che si era resa necessaria per allestire un’aula scolastica) e saranno fruibili la sala incontri e l’Archivio storico comunale.

La reception

La biblioteca assicurerà i servizi di prestito interno e interbibliotecario, di ricerca bibliografica, di navigazione internet e di consultazione dei documenti storici. Resta sospesa l’apertura della Mediateca comunale, che l’amministrazione comunale sta riorganizzando per rendere il servizio più efficiente e funzionale.
La chiusura della Biblioteca comunale “Rivosecchi” era stata decisa nei mesi scorsi per accogliere gli alunni della scuola primaria del plesso “G. Speranza”, dove sono in atto i lavori di sostituzione del tetto in cemento armato con una copertura di legno. Opere che avrebbero compromesso la tranquillità delle attività didattiche nella fase rumorosa della demolizione del manufatto, che si è protratta per diversi mesi. Da qui, a settembre, la scelta concordata tra Amministrazione e dirigenza scolastica di spostare 9 scolaresche altrove (3 furono accolte al piano terra del municipio). La maggior parte dei bambini è rientrata in sede dopo le vacanze natalizie, mentre 3 classi sono ancora ospiti della biblioteca.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X