facebook rss

“Klang” fa tappa al Filarmonici
con l’indie dei Giardini di Mirò

ASCOLI - Appuntamento il 22 marzo con la band di Reggio Emilia, pronta a pubblicare un nuovo disco di inediti sempre in bilico tra post rock, sperimentazione ed elettronica. Sul palco anche il gruppo rivelazione Giulia's Mother. La rassegna musicale porta nelle Marche il sound di qualità, tra gli ospiti Massimo Volume e Cristiano Godano

Dopo le anteprime con i Diaframma a Osimo e Vasco Brondi a Pesaro, entra nel vivo “Klang altri suoni, altri spazi”, rassegna musicale regionale nata con lo scopo di valorizzare esperienze musicali di qualità. Giunta alla sua quarta su iniziativa dell’Amat e del Loop Live Club (con l’appoggio di Regione e Comuni coinvolti), tra i 19 appuntamenti che compongono il cartellone spicca anche la data di Ascoli, che il 22 marzo al Teatro Filarmonici vedrà di scena i Giardini di Mirò e Giulia’s Mother, con inizio alle 21.

I Giardini di Mirò

Sperimentazione, dunque, sul palco ascolano, con la band di Reggio Emilia dal sound internazionale in bilico tra post rock, elettronica e mille altri generi che si possono rintracciare tra le loro note; saliti alla ribalta all’inizio degli anni Duemila con “Rise and Fall of Academic Drifting” ma soprattutto col successivo “Punk…Not Diet”, i ragazzi capitanati da Jukka Reverberi  stanno per pubblicare il primo album di inediti dai tempi di “Good Luck” (2012), se si esclude “Rapsodia satanica” (2014), ovvero la sonorizzazione dell’omonimo film muto di Nino Oxilia.
Attesa anche per Andrea Baileni e Carlo Fasciano, ovvero i Giulia’s Mother, gruppo rivelazione che aprirà il live. Tra gli ospiti delle varie tappe di Klang anche Massimo Volume, Cristiano Godano, Bowland, Serena Abrami.

Lu. Ca. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X