facebook rss

Tre petardi dopo Ascoli-Perugia
costano otto Daspo ai tifosi umbri

ASCOLI - Scatta il divieto di accesso a manifestazioni sportive dopo quanto accaduto al termine della partita giocata allo stadio "Del Duca" lo scorso 26 gennaio

I tifosi del Perugia nel settore distinti nord-est durante la partita dello scorso 26 gennaio (Foto Edo)

Sciopero degli Ultras 1898 sabato al “Del Duca” in occasione della partita Ascoli-Salernitana. La protesta dei tifosi è riferita ai Daspo (divieto di accesso alle manifestazioni sportive su tutto il territorio nazionale) emessi nei confronti di alcuni tifosi bianconeri in occasione della partita Palermo-Ascoli.

Ma i Daspo non risparmiano nessuno. Ed è stata la Digos della Questura di Ascoli a procedere alla denuncia – per il reato di “uso di artifizi pirotecnici” – a carico di otto tifosi del Perugia i quali, al termine di Ascoli-Perugia dello scorso 26 gennaio, fecero esplodere tre petardi (un eufemismo…) all’esterno dello stadio, in corrispondenza del settore loro assegnato, ovvero i distinti nord-est. Il Perugia aveva appena vinto (0-3) e alcuni tifosi del “Grifo” pensarono bene di festeggiare così il successo della squadra del cuore. La stessa che prossimamente seguiranno in tivù. Insieme alla denuncia, infatti, è automaticamente arrivato il Daspo. Il procedimento è stato avviato dal questore di Ascoli, Luigi De Angelis.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X