Quantcast
facebook rss

Tra Cup e Consorzio di tutela
siglato un patto di ferro
a favore dell’oliva dop

ASCOLI - Il presidente Buonfigli: «Siamo pronti a sostenere la dop con il nostro know how». Isabella Mandozzi (Oleificio Silvestri Rosina): «Ci sono enormi potenzialità ancora da sfruttare»
...

Isabella Mandozzi dell’Oleificio Silvestri Rosina e il presidente Achille Buonfigli siglano il protocollo d’intesa sotto lo sguardo del sindaco Castelli

Accordo fatto tra il Consorzio Universitario Piceno e il Consorzio per la tutela dell’oliva tenera ascolana dop. Questa mattina è stata siglata l’intesa durante una conferenza stampa alla presenza del sindaco Guido Castelli, del presidente del Cup Achille Buonfigli e della vice presidente del Consorzio di tutela Isabella Mandozzi (Oleificio Silvestri Rosina di Pagliare). Presenti anche l’avvocato Micaela Girardi e il consigliere del Cup, Claudio Massi.

«Per le richieste che ci sono – rivela Mandozzi – servirebbero duemila ettari di piante. L’oliva è l’ambasciatore del nostro territorio». «Siamo pronti a mettere a disposizione il nostro know how – dice Buonfigli – in settori di eccellenza come quello agroalimentare e della produzione dop». Lo stesso impegno è stato ribadito dal sindaco Guido Castelli: «Siamo in presenza di un asset fondamentale e facciamo di tutto per sostenerlo».

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X