facebook rss

Cadono Lecce e Spezia,
la classifica si accorcia

SERIE B - Clamorosa la quaterna rifilata dal Cittadella ai pugliesi. Incredibile il successo del Carpi sui liguri. Il Perugia va ko in casa col Cosenza che resta davanti all'Ascoli. Il Foggia, prossimo avversario al "Del Duca", ha pareggiato in casa (in rimonta) col Benevento. Tutti a segno i migliori bomber della cadetteria

di Andrea Ferretti

Finora la sesta giornata di ritorno è stata all’insegna dei bomber di razza. Quelli che non tradiscono mai. Qualcuno è stato decisivo, qualcuno ha illuso, ma alla fine i migliori segnano quasi tutti. La serie l’ha inaugurata il vecchio Pazzini che ha deciso l’anticipo Verona-Salernitana. Poi l’ha proseguita Donnarumma (e chi sennò?) che sale a quota 22 nella classifica. Li ha segnati in 20 partite, stavolta addirittura partendo dalla panchina ma trovando il modo di fare centro al 95° contro il Crotone, che era già ko dopo l’autogol di Molina. Di nuovo a segno pure La Mantia del Lecce il quale, dopo essere riuscito a portare in vantaggio i giallorossi a Cittadella, ha assistito alla disfatta dei pugliesi che sono stati castigati dalla tripletta di Moncini e da Adorni. La classifica si accorcia, ma l’Ascoli per sua fortuna trova i tre punti a Cremona (gol di Rosseti) rimettendosi a distanza di sicurezza dalle sabbie mobili del fondo classifica. Graduatoria più corta anche per l’incredibile vittoria del Carpi che contro lo Spezia va in vantaggio con Mustacchio, si fa superare da Gyasi e Okereke, poi assesta un terribile colpo di coda con due reti nei sei minuti finali con Marsura e Coulibaly. Se Donnarumma è il rei dei bomber della B, non è da meno Mancuso del Pescara che firma la doppietta (uno su rigore) con cui la squadra di Pillon fa tornare a mani vuote il Padova dall’Adriatico. Un rigore Bruccini del Cosenza fa disperare il Perugia sconfitto in casa. Finisce infine in parità la sfida dello “Zaccheria” tra Foggia e Benevento. I pugliesi, avversari dell’Ascoli martedì prossimo al “Del Duca”, hanno pareggiato nel finale con Kragl che ha annullato lo svantaggio – tanto per restare in tema di bomber – di Coda.

Moncini del Cittadella: tripletta al Lecce

LA SESTA GIORNATA DI RITORNO

Venerdì 22 febbraio ore 21: Verona-Salernitana 1-0

Sabato 23 febbraio ore 15: Brescia-Crotone 2-0, Carpi-Spezia 3-2, Cittadella-Lecce 4-1, Cremonese-Ascoli 0-1, Perugia-Cosenza 0-1, Pescara-Padova 2-0

Sabato 23 febbraio ore 18: Foggia-Benevento 1-1

Domenica 24 febbraio ore 21: Livorno-Venezia

Riposa: Palermo

LA CLASSIFICA: Brescia 46 punti, Palermo 42, Pescara 41, Benevento 40, Verona 39, Lecce 38, Spezia 34, Cittadella 33, Perugia 32, Salernitana 31, Cosenza 30, Ascoli 28, Cremonese 27, Venezia 26, Foggia 22, Carpi 21, Livorno 20, Crotone 19, Padova 18.

LA CLASSIFICA MARCATORI

22 gol Donnarumma (Brescia)

15 gol Mancuso (Pescara)

12 gol Coda (Benevento)

9 gol Torregrossa (Brescia), Pazzini (Verona), La Mantia (Lecce)

8 gol Palombi (Lecce)

7 gol Mancosu (Lecce), Vido e Verre (Perugia), Nestorovski (Palermo), Diamanti (Livorno), Okereke (Spezia)

6 gol Di Mariano (Venezia), Tutino (Cosenza)

5 gol Bocalon e Casasola (Salernitana), Bartolomei (Spezia), Bonazzoli (Padova), Di Carmine (Verona), Insigne (Benevento), Schenetti e Finotto (Cittadella), Kwankwo (Crotone), Puscas (Palermo), Giannetti (Livorno), Melchiorri (Perugia), Monachello (Pescara), Kragl (Foggia)

4 gol Ardemagni e Brosco (Ascoli), Citro (Venezia), Falco (Lecce), Iemmello e Mazzeo (Foggia), Bisoli e Morosini (Brescia), M. Ricci e Pierini (Spezia), Moncini e Strizzolo (Cittadella), Trajkovski (Palermo), Firenze (Crotone), Capello (Padova)

3 gol Cavion e Ninkovic (Ascoli), Bandinelli (Benevento); Gyasi, Galabinov e Bidaoui (Spezia), Cappelletti (Padova); Jallow, Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana), Budimir (Crotone), Jelenic (Carpi), Iori (Cittadella), Deli e Gerbo (Foggia), Sciaudone e Maniero (Cosenza), Brugman (Pescara), Piccolo e Mogos (Cremonese), Mokulu (Carpi), Falletti e Moreo (Palermo), Zaccagni e Ryder Matos (Verona), Tremolada (Brescia)

2 gol Asencio, Improta e F. Ricci (Benevento), Bruccini, Idda e Baclet (Cosenza); Arini, Migliore, Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese); Rosseti, Beretta e Ganz (Ascoli); Mbakogu, Clemenza, Mazzocco, Cappelletti e Ravanelli (Padova); Lucas Chiaretti, Loiacono, Tonucci, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Caracciolo (Verona); Di Noia, Arrighini, Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Segre e Bentivoglio (Venezia); Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Andrè Anderson e Rosina (Salernitana), Scavone e Tabanelli (Lecce), Raicevic (Livorno), Mora e Crimi (Spezia), Tupta e Henderson (Verona), Kouan (Perugia), Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Rohden (Crotone), Ndoj e Tonali (Brescia)

IL PROSSIMO TURNO (7^ DI RITORNO)

Martedì 26 febbraio ore 18 Benevento-Pescara; martedì 26 febbraio ore 21 Padova-Brescia, Cosenza-Carpi, Salernitana-Cremonese, Ascoli-Foggia, Lecce-Verona, Crotone-Palermo; mercoledì 27 febbraio ore 19 Venezia-Perugia; mercoledì 27 febbraio ore 21 Spezia-Livorno. Riposa: Cittadella


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X