facebook rss

Pensava di averla scampata,
ma lo beccano dopo 13 anni:
deve scontare 8 anni

ASCOLI - Un 40enne tunisino è stato arrestato a Siracusa 13 anni dopo l'operazione "Tetrix", con cui la Squadra Mobile ascolana sgominò un giro di droga che coinvolgeva la costa marchigiano-abruzzese

Quasi a mettersi d’accordo, i Carabinieri arrestano una persona, e la Polizia risponde con un altro ammanettamento. Dopo il giovane finito nei guai per droga a San Benedetto in seguito all’intervento dei miltari dell’Arma, ecco che la Squadra Mobile – in questo caso il blitz è stato dei poliziotti di Siracusa – arresta in Sicilia il tunisino S.H. di 40 anni sul quale pendeva un  ordine di carcerazione di ben 8 anni.

S.H. era coinvolto in una indagine legata allo spaccio di droga portata avanti dalla Squadra Mobile della Questura di Ascoli. La storia risale addirittura al 2006, cioè 13 anni fa. L’operazione a quel tempo venne denominata “Tetrix”. Si trattava di un giro di droga che coinvolgeva un gruppo di nordafricani i quali si rifornivano a Napoli per poi venderla al dettaglio sulla costa marchigiano-abruzzese. “Tetrix” portò in carcere diverse persone, alcune colte anche in flagranza di reato, ma non il tunisino beccato ora a Siracusa, dove probabilmente era ormai convinto di averla scampata. Viveva nel quartere “Ortigia” della città siciliana: dive la Polizia lo ha catturato e condotto nel carcere di Siracusa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X