facebook rss

Alla ricerca del gusto
tra vigneti e profumi
La Mangialonga è una garanzia

OFFIDA - La passeggiata tra natura e sapori tornerà domenica 21 luglio. Per la sesta edizione dell’evento un inedito percorso tra casolari, cantine e punti panoramici. Ci saranno le di oasi del gusto con i vini tipici del Piceno. La lista degli chef partecipanti. Aperte le iscrizioni

Una consuetudine che anno dopo anno sta diventando sempre più evento di punta. Sei chilometri e mezzo a spasso tra campagne e vigneti, tra colori e profumi, tra eccellenze enogastronomiche e il tocco dei migliori chef.

Un momento della Mangialonga

Manca qualche mese all’appuntamento, ma la Mangialonga fa già parlare di sé. La sesta edizione, infatti, si terrà domenica 21 luglio, con le iscrizioni già aperte e partite a spron battuto visto che, in passato, l’evento è andato sold out già prima dell’inizio.
Novità nel rodato palinsesto ve ne sono, anche se al centro della scena rimarranno al solito i prodotti di qualità delle Marche.
«La Mangialonga Picena – spiegano gli organizzatori della Picenum Tour – è diventata negli anni un appuntamento imperdibile o una piacevole scoperta per un numero sempre più ampio di persone. In ciascuna delle ultime due edizioni oltre 800 partecipanti hanno potuto assaporare la qualità della proposta turistica e culturale del nostro territorio incontrando le eccellenze enogastronomiche e chi lavora ogni giorno per valorizzarle al meglio. Le novità studiate per la prossima edizione mirano ad arricchire ulteriormente questa esperienza e a svelare nuovi angoli suggestivi del territorio».
Partendo da piazza del Popolo e ritornando allo stesso punto per la grande festa finale, il nuovo percorso proporrà un suggestivo itinerario tra punti panoramici, casolari e cantine. Ogni tappa sarà l’occasione per gustare golosi piatti preparati dagli chef con ingredienti locali e di stagione, degustare i vini tipici  e conoscere aneddoti, storie e curiosità sul territorio. Durante il tragitto per la prima volta i gastronauti potranno fare tappa in vere e proprie oasi del gusto dedicate ai vini simbolo del Piceno – il Pecorino, la Passerina, il Rosso Piceno e non solo – proposti nelle diverse interpretazioni dei vignaioli marchigiani per trovare l’abbinamento preferito spaziando tra tradizione, sfumature sensoriali e gusto personale.

Lo chef Roberto Di Sante

Come sempre è foltissima e di prima qualità la formazione degli chef che scandirà il percorso con antipasti, fritti ascolani, primi e secondi piatti fino al dessert: Roberto Di Sante (Osteria del Sarto), Tommaso Melzi (Attico Sul Mare), Simone Ventresca (Antico Caffè Soriano), Nikita Sergeev (L’Arcade), Luca De Cesaris (Piccolo Teatro), Osvaldo Denti (Osteria Marca Zunica), Gianmarco Di Girolami (BlobCaffè), Daniele Citeroni Maurizi (Osteria Ophis), Davide Camaioni (Posto Nuovo) e dal mastro gelatiere Fabio Bracciotti (Creme Glacée).
A completare il festival dei sapori lungo il percorso e nell’arena del gusto saranno i vini di Torre del Nano, La Valle del Sole, Ciù Ciù e di altre numerose cantine locali, i formaggi dell’azienda Fontegranne, l’Anisetta Meletti, il vin cotto di Colline Offidane, le Bibite Paoletti e il caffè di Orlandi Passion.
Per info c’è il sito www.mangialongapicena.it con sconti previsti per le iscrizioni effettuate entro il 31 maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X