facebook rss

Palermo e Pescara, che scivoloni
Benevento nuova vice capolista

SERIE B - La settima di ritorno fa segnare le cadute delle squadre di Stellone e Pillon. Non ne approfitta il Brescia che rimedia solo un punto a Padova e rinvia la fuga. La squadra di Bucchi si lancia al secondo posto, ma sale minaccioso il Lecce che ha liquidato il Verona. La matricola Cosenza a grandi passi verso la salvezza. Tris di Perugia e e Spezia

di Andrea Ferretti

Cadono Palermo e Pescara e il Lecce fa suo lo scontro diretto col Verona che continua a deludere. Ma la vera debacle della settima di ritorno è quella dell’ormai ex capolista Palermo che ne becca tre addirittura a Crotone. Sornione, invece, Salernitana e Cosenza. In attesa delle due gare di mercoledì, i campani si assestano in zona playoff e la matricola calabrese è lì a un punto, e soprattutto a pochissimi punti dalla quota salvezza. Dopo la beffa col Foggia, l’Ascoli a questo punto incrocia le dita e spera che il Venezia non superi il Perugia, altrimenti i bianconeri verrebbero agganciati dai lagunari. Il settimo turno è stato aperto dall’anticipo del “Vigorito” dove hanno segnato du bomber di razza (i soliti Mancuso per il Pescara e Coda per il Benevento (ha sbagliato un altro rigore), poi nel finale la gara è stata decisa da Volta. Delle scivolate di Palermo e Pescara non ne approfitta il Brescia, fermato a Padova, che è comunque sempre abbondantemente al comando: ora il primo inseguitore è il Benevento. La notizia è che per le “rondinelle” non ha segnato Donnarumma, ma Ndoj (Mazzocco per i veneti). Tutino affossa invece il Carpi e fa scalare la graduatoria al Cosenza, mentre Minala e Jallow regalano i tre punti alla Salernitana contro una Cremonese dove la panchina di Rastelli ora vacilla davvero. Il Palermo si arrende in Calabria: per il Crotone in gol Rhoden, Mraz e Nwankwo. Ancora La Mantia (più Lucioni) fanno tornare il Verona (Laribi) a casa a mani vuote. Triplette vincenti, infine, per lo Spezia (in casa col Livorno) e il Perugia (a Venezia).

Il gol di Deli del Foggia al “Del Duca” (Foto Edo)

LA SETTIMA GIORNATA DI RITORNO

Martedì 26 febbraio ore 18 Benevento-Pescara 2-1

Martedì 26 febbraio ore 21 Padova-Brescia 1-1, Cosenza-Carpi 1-0, Salernitana-Cremonese 2-0, Ascoli-Foggia 2-2, Lecce-Verona 2-1, Crotone-Palermo 3-0

Mercoledì 27 febbraio ore 19 Venezia-Perugia 2-3

Mercoledì 27 febbraio ore 21 Spezia-Livorno 3-0

Riposa: Cittadella

LA CLASSIFICA: Brescia 47 punti, Benevento 43, Palermo 42, Pescara e Lecce 41, Verona 39, Spezia 37, Perugia 35, Salernitana 34, Cittadella e Cosenza 33, Ascoli 29, Cremonese 27, Venezia 26, Livorno e Foggia 23, Crotone 22, Carpi 21, Padova 19.

LA CLASSIFICA MARCATORI

22 gol Donnarumma (Brescia)

16 gol Mancuso (Pescara)

13 gol Coda (Benevento)

10 gol La Mantia (Lecce)

9 gol Torregrossa (Brescia), Pazzini (Verona)

8 gol Palombi (Lecce), Verre (Perugia)

7 gol Mancosu (Lecce), Vido (Perugia), Nestorovski (Palermo), Diamanti (Livorno), Okereke (Spezia), Tutino (Cosenza)

6 gol Di Mariano (Venezia), Kragl (Foggia), Kwankwo (Crotone), Melchiorri (Perugia)

5 gol Bocalon e Casasola (Salernitana), Pierini e Bartolomei (Spezia), Bonazzoli (Padova), Di Carmine (Verona), Insigne (Benevento), Schenetti e Finotto (Cittadella), Puscas (Palermo), Giannetti (Livorno), Monachello (Pescara)

4 gol Ardemagni, Ninkovic e Brosco (Ascoli), Citro (Venezia), Falco (Lecce); Deli, Iemmello e Mazzeo (Foggia), Bisoli e Morosini (Brescia), M. Ricci (Spezia), Moncini e Strizzolo (Cittadella), Trajkovski (Palermo), Firenze (Crotone), Capello (Padova), Jallow (Salernitana)

3 gol Cavion e Rosseti (Ascoli), Bandinelli (Benevento); Gyasi, Mora, Galabinov e Bidaoui (Spezia), Mazzocco e Cappelletti (Padova); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana), Rhoden e Budimir (Crotone), Jelenic (Carpi), Iori (Cittadella), Gerbo (Foggia), Sciaudone e Maniero (Cosenza), Brugman (Pescara), Piccolo e Mogos (Cremonese), Mokulu (Carpi), Falletti e Moreo (Palermo), Zaccagni e Ryder Matos (Verona), Ndoj e Tremolada (Brescia), Raicevic (Livorno), Segre (Venezia)

2 gol Asencio, Volta, Improta e F. Ricci (Benevento), Bruccini, Idda e Baclet (Cosenza); Arini, Migliore, Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Beretta e Ganz (Ascoli); Mbakogu, Clemenza e Ravanelli (Padova); Lucas Chiaretti, Loiacono, Tonucci, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Caracciolo (Verona); Di Noia, Arrighini, Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Bentivoglio (Venezia); Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Andrè Anderson e Rosina (Salernitana); Lucioni, Scavone e Tabanelli (Lecce), Maggiore e Crimi (Spezia); Laribi, Tupta e Henderson (Verona), Kouan (Perugia), Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Tonali (Brescia)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X