facebook rss

Abusivismo e contraffazione,
tornano i contributi
per “Spiagge sicure”

GROTTAMMARE E CUPRA esultano e si aggiungono a San Benedetto nel progetto ministeriale. La novità dopo il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura. Potenziati i servizi notturni di monitoraggio e controllo

Dopo San Benedetto, anche Grottammare e Cupra Marittima sono state inserite nel progetto ministeriale “Spiagge Sicure” che non è solo uno slogan ma anche, e soprattutto, di contributi finanziari finalizzati a iniziative che contrastano i fenomeni dell’abusivismo e della contraffazione. Ovvero la piaga numero uno estiva di tutte le località turistiche balenari. E’ quanto emerso dalla riunione odierna del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocata dal prefetto di Ascoli, Rita Stentella. Intorno al tavolo della Prefettura si sono ritrovati, oltre a lei e i suoi collaboratori, i rappresentanti dei Comuni di San Benedetto, Cupra e Grottammare, nonchè di Ascoli, i vertici di tutte le forze dell’ordine, il presidente della Confesercenti, il referente della sezione albergatori, il dirigente del 118 e rappresentanti di Croce Rossa e Anas. Sono state gettate le basi della pianificazione dell’attività di vigilanza nel periodo estivo che bussa ormai alle porte. Mesi in cui, come noto, sulla costa picena (da Cupra a Porto d’Ascoli) la popolazione si quadruplica. Per questo motivo, forze di polizia e Amministrazioni comunali hanno rinnovato l’impegno alla massima collaborazione per assicurare controllo e monitoraggio del territorio (residenze comprese) anche attraverso servizi notturni nelle aree più a rischio.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X