facebook rss

L’emozione del cibo di Slow Food
fa tappa tra i Monti Sibillini

IL CONSIGLIO NAZIONALE della prestigiosa associazione si terrà a Comunanza e Montemonaco dal 22 al 24 marzo. Arriveranno 60 delegati da tutta Italia, i lavori all'auditorium "Luzi". Bella vetrina per il Piceno. Il ruolo della Cooperativa di Comunità Sibillini

Mangiare è molto più che alimentarsi e dietro il cibo ci sono produttori, territori, emozioni e piacere. Si discuterà in questi termini nel Consiglio Nazionale Slow Food che quest’anno si terrà a Comunanza e Montemonaco, dal 22 al 24 marzo. Padrone di casa dell’evento, che rappresenta un’opportunità per l’entroterra piceno con la partecipazione di circa 60 delegati da tutt’Italia, sarà Ugo Pazzi, presidente regionale Slow Food. Pazzi, insieme a Silvio Antognozzi e diversi altri operatori locali ha recentemente costituito la Cooperativa di Comunità Sibillini, con cui intende rilanciare il territorio attraverso iniziative di promozione turistica ed enogastronomica.

Le bontà del Mercato della Terra

Gli ospiti del consiglio nazionale saranno accolti la sera di venerdì con la cena al ristorante “Da Roverino” di Comunanza. L’auditorium “Luzi” sarà invece teatro dei lavori, dalle 9 del sabato, preceduti dai saluti del sindaco del Comune ospitante Alvaro Cesaroni, Gino Sabatini presidente della Camera di Commercio Marche, Luigi Contisciani presidente del Bim Tronto e di Gianluca Carrabs, amministratore unico Svim, la società di sviluppo della Regione Marche. Quest’ultima opera in rapporto esclusivo con la Regione per l’attuazione della politica di sviluppo del territorio elaborando progetti locali, europei ed internazionali nell’ottica del sostegno all’occupazione giovanile e al ricambio generazionale.

Anche il Mercato della Terra di Comunanza, nato proprio per iniziativa di Slow Food, farà la sua parte con l’allestimento del buffet di sabato, al centro anziani. La serata del 23 continuerà a Montemonaco dove intorno alle 18 si trasferiranno autorità e delegati. Ad attenderli ci sarà il sindaco Onorato Corbelli che farà da Cicerone al Museo della Sibilla. La cena a “La Cittadella” di Montemonaco concluderà il primo giorno. Il consiglio si riunirà di nuovo all’auditorium “Luzi” la mattina della domenica per terminare con l’aperitivo nella sede della Cooperativa di Comunità Sibillini.
Slow Food lavora in tutto il mondo per tutelare la biodiversità, costruire relazioni tra produttori e consumatori, migliorare la consapevolezza sul sistema che regola la produzione alimentare.

M.N.G.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X