facebook rss

Liverani: «Rispetto l’Ascoli,
squadra scaltra con giocatori
importanti in ogni reparto»

SERIE B - L'allenatore del Lecce: «Non firmo per 7 punti nelle 3 partite consecutive in casa, cerco sempre la vittoria. Mi aspetto una gara tattica». In attacco forse Tumminiello per La Mantia

Liverani con Vivarini prima di Ascoli-Lecce al “Del Duca” nel girone di andata (Foto Edo)

«Sette punti nelle prossime tre partite in casa? Sarebbe un bel bottino ma non firmerei perché mi piace giocare sempre per cecare di vincere». Così ha detto Fabio Liverani, allenatore del Lecce, alla vigilia del recupero con l’Ascoli. I pugliesi, dopo, giocheranno altre due partite consecutive in casa, come da calendario, contro Pescara e Cosenza. Insomma un ciclo decisivo che potrebbe portarli ai vertici della classifica o quasi. Attualmente il Lecce è quarto dietro Brescia, Palermo e Verona ma i distacchi sono davvero minimi quindi facilmente colmabili.

I momenti concitati dopo l’infortunio a Scavone

In merito alla formazione anti Ascoli il tecnico ha detto: «Ho un paio di dubbi a centrocampo ma potrebbe essere confermata quasi totalmente la formazione di Crotone. Tumminello? A Crotone non l’ho inserito perché pensavo potesse fare fatica, La Mantia è un po’ stanco perché le gioca tutte quindi ci può stare che venga sostituito. In attacco ci può essere spazio sia per Tumminello che per Saraniti -ha aggiunto Liverani- Majer ha recuperato completamente ed è a disposizione. Per Scavone aspettiamo l’ok dei medici».

Infine una valutazione sull’Ascoli: «Ha un’identità ben precisa, gioca a calcio e ha uomini esperti e scaltri per questa categoria. Hanno esperienza, fisicità e qualità tecniche, se pensiamo che in attacco hanno Ardemagni, Beretta, Ganz, Ninkovic e Ciciretti, giocatori di tutto rispetto. Ascoli viene da cinque risultati positivi e non concede tantissimo, sarà una partita tattica e la spunterà chi vincerà più duelli in mezzo. Domani abbiamo un’opportunità importante perché fare risultato positivo significherebbe guadagnare punti sulle altre squadre che non giocano per il turno di riposo. Le altre squadre non giocano e possiamo guadagnare punti».

Sergio Brio

Sergio Brio, leccese, per tanti anni difensore della Juventus campione d’Italia ha affermato al Quotidiano di Puglia: «Il Lecce è la più bella realtà della serie B per come affronta a viso aperto ogni avversario. Liverani sta facendo il massimo ma adesso si entra nella fase decisiva e niente è facile Il Lecce dovrà affrontare tutte le partite con la forza del cuore, la lucidità della mente e la calma dei forti».

Franco Lerda

«Il Lecce merita solo complimenti. Da matricola si sta esprimendo alla grande e credo che meglio di così non potesse fare  – ha detto l’ex allenatore dei pugliesi Franco Lerda a TuttomecatoWeb – dal Benevento in su tutte le squadre, racchiuse ne giro di 6 o 7 punti hanno la possibilità di arrivare fino in fondo. Al comando c’è il Brescia ma il suo vantaggio è esiguo».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X