facebook rss

Elezioni, il Pd punta su Frenquellucci:
dall’Unione comunale via libera
alla candidatura a sindaco

ASCOLI - Per la riconquista dell'Arengo i democratici scelgono il giornalista che deve però sciogliere la riserva. Tramontate tutte le altre nomination. Il nome del cardiologo Nardini non è stato preso in considerazione

Pietro Frenquellucci (a destra) con il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro

di Renato Pierantozzi

E’ il giornalista Pietro Frenquellucci il candidato sindaco che il Pd comunale ascolano porterà sul tavolo della coalizione di centrosinistra, al momento formata da Psi e Articolo 1. La decisione è stata presa all’unanimità nel corso della riunione dell’Unione comunale svoltasi venerdì sera. Ora i dem attendono che il giornalista sciolga la riserva. Il nome del cardiologo Emidio Nardini, proposto ieri dal movimento “Ascolto e partecipazione” non è stato nemmeno preso in considerazione. Come anticipato da Cronache Picene l’11 marzo scorso, invece, il nome di Frenquellucci è l’unico che sarà proposto al tavolo.

Sessantuno anni, ascolano di adozione, sposato con due figli, Frenquellucci è stato assessore nel 1987 nella giunta del sindaco Aldo Loreti in quota Psdi. Ha poi iniziato una lunga carriera da giornalista dapprima all’Ansa, poi al Corriere Adriatico dove ha guidato le redazione di Fermo e Macerata. E’ tornato ad Ascoli nel 2011 per assumere l’incarico di caposervizio della redazione del Messaggero fino al 2015 per poi trasferirsi a Terni. Ha poi collaborato con la redazione di Cronache Picene. In caso di accettazione della candidatura, nel giro di pochi giorni ci sarà la presentazione della candidatura agli alleati.

Centrosinistra, fumata nera per il candidato sindaco Tre nomi “caldi”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X