facebook rss

Ruba e cerca di rivendere l’iPhone,
convalidato l’arresto
Spaccio e documenti scaduti,
denunciati due nigeriani

A CASTEL DI LAMA i controlli dei Carabinieri hanno portato all'attenzione dell'Autorità giudiziaria due 30enni extracomunitari; per uno sono state attivate le pratiche di espulsione. Il 53enne ascolano accusato di tentata estorsione è finito ai domiciliari

E’ stato convalidato l’arresto del 53enne ascolano accusato di tentata estorsione di denaro in cambio della restituzione di un iPhone.

I Carabinieri davanti al municipio di Castel di Lama

L’uomo era stato colto in flagranza di reato mentre trattava lo “scambio” del cellulare con un 63enne del posto. Dopo la perquisizione era saltato fuori un altro telefono rubato, stavolta a un ragazzo di Spinetoli. Il Giudice ha disposto, come misura cautelare, gli arresti domiciliari.
Sempre nelle ultime ore, i Carabinieri del Comando di Castel di Lama hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria due cittadini nigeriani trentenni, dopo alcuni controlli mirati: uno è stato trovato senza i requisiti per permanere nel territorio nazionale e quindi successivamente accompagnato in Questura per attivare le pratiche di espulsione, l’altro è stato segnalato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, essendo in possesso di alcuni grammi di marijuana.

Cerca di rivendere l’iPhone 6 al derubato: arrestato un 53enne ascolano per tentata estorsione


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X