facebook rss

Due feriti gravi sull’Ascoli-mare,
sul posto due eliambulanze:
moglie e marito al Torrette

MONSAMPOLO - E' accaduto in direzione San Benedetto. Sul posto anche ambulanze del 118, due pattuglie della Stradale, Carabinieri e Vigili del fuoco. Uscita obbligatoria a Spinetoli. Superstrada riaperta intorno alle 19

Una delle due eliambulanze atterrate a pochi metri dalla superstrada

La giornata quasi estiva ha prodotto un notevole incremento di traffico. Che, purtroppo, lungo la superstrada Ascoli-mare ha provocato l’ennesimo incidente. E’ avvenuto intorno alle ore 16 fa al chilometro 19, poco prima dello svincolo di Monsampolo del Tronto, in direzione San Benedetto. Coinvolte un paio di automobili e una moto. La peggio l’hanno riportata proprio i due centauri, marito e moglie. Sul luogo dell’incidente sono arrivate le ambulanze del 118, una pattuglia della Polizia Stradale e una squadra dei Vigili del fuoco di Ascoli con un mezzo e cinque uomini.

I sanitari giunti sul posto hanno soccorso subito i due feriti, le cui condizioni sono apparse gravi tanto che è stato chiesto l’intervento dell’eliambulanza. Una non era però sufficiente e allora da Ancona ne è decollata una seconda per raggiungere l’Ascoli-mare. Moglie e marito sono stati nel frattempo stabilizzati sul posto e quindi trasportati all’ospedale regionale Torrette di Ancona a bordo degli “Icaro”.

La superstrada, ovviamente, è andata in tilt. Si sono create due lunghe code di auto (sulla corsia di marcia e su quella di sorpasso) tanto da rendere obbligatoria l’uscita a Spinetoli sulla carreggiata monti-mare. Nella zona dell’incidente, a dare manforte alla pattuglia della Polstrada che si è occupata dei rilievi del sinistro, anche i Carabinieri e una seconda pattuglia della Polstrada che si sono occupati della viabilità. La superstrada è stata poi riaperta intorno alle ore 19.

Gli incidenti sulla superstrada Ascoli-mare sono purtroppo ormai a ritmo quotidiano, causati quasi sempre da velocità e distrazioni di vario genere. In questo periodo il maxi cantiere, nel tratto compreso tra gli svincoli di Monsampolo e Monteprandone/Autostrada, crea degli imbuti che possono diventare micidiali se non si riduce la velocità alla vista dei primi cartelli indicatori che sono posti con largo anticipo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X