facebook rss

La Triestina travolge 4-0 la Samb
Fedeli caccia Roselli:
domani il nuovo tecnico

SERIE C - La decisione del patron dopo la debacle. Gli alabardati calano il poker ai rossoblù in balia dell'avversario per tutto il secondo tempo. Pratica chiusa in 19 minuti con una doppietta di Granoche e i gol di Petrella e Costantino. In classifica sempre al decimo posto

Roselli esonerato dopo il 4-0 di Trieste (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

Il 4-0 di Trieste costa la panchina a Giorgio Roselli. Il comunicato del club del Riviera delle Palme è arrivato da poco ed è eloquente. “La S.S Sambenedettese Calcio – si legge – comunica che l’allenatore della prima squadra, Giorgio Roselli, è stato sollevato dall’incarico. Al mister vanno i ringraziamenti per il lavoro svolto in questi mesi. Nella giornata di domani verrà comunicato il nome del nuovo tecnico”. Una decisione che era nell’ aria dopo la debacle del Nereo Rocco e che non coglie di sorpresa soprattutto dopo le dichiarazioni di Franco Fedeli al termine dell’ incontro. «E’ davvero squallido – ha detto il patron – quello che è accaduto oggi a Trieste. Ho visto calciatori che sembrava giocassero per fare un piacere a qualcuno e non so a chi. Mi vergogno a rappresentare questa squadra».

Il patron Franco Fedeli (Foto Cicchini)

Ma Roselli paga anche l’involuzione tecnica e di risultati della Samb. I numeri bocciano, infatti,. il tecnico umbro. Nelle ultime tre partite, infatti, i rossoblù hanno conquistato solo un punto, incassando nove reti e segnandone solo due. Ed il 4-0 di Trieste è stata la goccia che ha fatto. Ed ora sarà compito di Fedeli e del diesse Fusco trovare il sostituto di Roselli. Non praticabile la pista che porta ad un ritorno di Magi ed ecco che potrebbe anche prendere corpo l’ipotesi relativa all’ ex tecnico della Ternana Sandro Pochesci. La notte porta consiglio e domani mattina si conoscerà il nome del tecnico che guiderà la Samb nelle ultime sei giornate che mancano al termine della regular season. C’è da salvare la posizione play off.

LA PARTITA – Il 4-0 per la Triestina è stato netto ed inequivocabile ed è maturato in soli diciannove minuti. Dal 10’ al 29’ st la Samb è stata in balia dell’ avversario. Anche questa volta, nell’arco dei novanta minuti Rapisarda e compagni hanno tirato solo una volta nello specchio della porta giuliana, pur senza inquadrarlo. Si stava già sul 3-0 quando Calderini ha sprecato una comoda occasione da rete dinanzi a Offredi che praticamente ha trascorso il pomeriggio a prendere il bel sole di Trieste. Con questa vittoria la Triestina si porta a sei punti dal Pordenone bloccato sull’ 1-1 a Terni mentre la Samb conserva la decima piazza con tre punti di vantaggio sul Teramo e quattro sulla Vis Pesaro. Il solo difendersi e sperare poi in un episodio favorevole non è bastato. Questo era accaduto a Salò ma non si è ripetuto a Trieste contro una formazione spietata che nella ripresa dopo avere sbloccato il risultato con il bomber Granoche ha subito preso il largo. Rilevante, poi, la complicità della disattenta retroguardia rossoblù nelle azioni che hanno determinato le reti giuliane. E pensare che nel primo tempo, la Samb aveva retto egregiamente il confronto limitando il raggio d’azione dei padroni di casa. Roselli ascolta i suggerimenti di Fedeli ed inserisce nell’ undici di partenza Bove in cabina di regia e Di Massimo in attacco.

Di Massimo, uno dei meno peggio (Foto Cicchini)

Il primo, praticamente non si è mai visto, mentre l’attaccante si dannato l’anima per rendersi pericoloso ma la retroguardia giuliana ha sempre fatto ottima guardia. E poi è impensabile continuare a vedere Stanco fare il difensore e a chiudere gli spazi nella trequarti rossoblù. Al bomber rivierasco, poi, non è mai arrivato un pallone giocabile. Il primo tempo è scivolato via senza particolari sussulti. La Triestina a fare gioco con la Samb rintanata nella propria trequarti. Uno sterile possesso palla quello degli alabardati mentre Rapisarda e compagni hanno fatto poco o nulla per offendere. Nella ripresa, invece, è tutt’altra musica. Pavanel è subito costretto a sostituire l’infortunato Bariti con Petrella e proprio l’ex Teramo si rivela l’arma in più giuliana per scardinare il bunker rossoblù. Già al 7’ st è Granoche a sfiorare il palo di testa a Sala battuto su cross di Procaccio.

Ma il bomber uruguagio si fa perdonare tre minuti dopo capitalizzando al meglio un servizio di Petrella con la complicità di Celjak che si lascia scappare l’attaccante biancorosso. Dopo la prima rete, la Samb praticamente scompare dal campo. Roselli inserisce al 10’ st Calderini per Di Massimo e Cecchini per Biondi. Ma al 18’ st la Triestina raddoppia. Azione che porta sull’ asse Petrella-Granoche ed ottimo servizio per Costantino che batte Sala. Il tris arriva cinque minuti dopo con Petrella che sul secondo palo capitalizza un tiro cross di Granoche. Solo al 27’ la Samb si affaccia dalle parti di Offredi con Calderini il cui pallonetto davanti al portiere si perde abbondantemente sul fondo. E subito dopo è Granoche (una doppietta per il capocannoniere del girone) a calare il poker. Girandola di cambi in da una parte e dall’altra ma la partita è praticamente finita.

TRIESTINA (4-3-1-2): Offredi 6; Libutti 6, Lambrughi 6, Malomo 6 (40’st Codromaz sv), Frascatore 6,5; Maracchi 6,5 (33’st Formiconi sv), Coletti 6, Bariti 6 (1’st Petrella 7); Procaccio 6,5  (22’st Steffè sv); Costantino 7 (40’st Hidalgo sv ), Granoche 8. A disposizione: Boccanera, Matosevic, Pizzul, Messina, Bolis, Gubellini, Marzola. Allenatore: Pavanel 7.

SAMB (3-5-2): Sala 5,5; Celjak 5, Miceli 5, Biondi 6  (14’st Cecchini 5,5); Rapisarda 6, Gelonese 5,5 (38’st Caccetta sv), Bove 5, Ilari 5,5 (25’st Signori sv), Fissore 5; Di Massimo 6 (14’st Calderini 5), Stanco 6. A disposizione: Pegorin, Rinaldi, D’Ignazio, Rea, Russotto. Allenatore: Roselli 5.

Arbitro: Rutella di Enna 6 (assistenti Pappagallo e Abruzzese).

Reti: 10’st e 29’st Granoche, 20’st Costantino, 24’st Petrella.

Note: spettatori 4.000 circa di cui 200 provenienti da San Benedetto. Ammoniti: Costantino (T), Bove, (S) e Libutti (T). Angoli 4-3 per la Triestina. Recupero 0’+3′.

IL GIRONE B DELLA SERIE C – Risultati: Sud Tirol Alto Adige-Vicenza 2-2, Gubbio-Renate 0-0, Fermana-Vis Pesaro 0-0, Ravenna-Albinoleffe 0-1, Fano-Feralpi Salò 0-1, Imolese-Monza 1-3, Ternana-Pordenone 1-1, Vecomp Verona-Rimini 3-0, Triestina-Samb 4-0, Giana Erminio-Teramo 1-2. Classifica: Pordenone 63 punti, Triestina 57, Feralpi Salò 54, Monza 51, Sud Tirol Alto Adige e Imolese 50, Ravenna 48, Fermana 44, Vicenza 41, Samb 40, Teramo 37, Vis Pesaro e Ternana 36; Albinoleffe, Gubbio e Vecomp Verona 35, Renate e Giana Erminio 33, Rimini 32, Fano 29. Marcatori: 11 gol Perna (Giana Erminio), Lanini (Imolese), Granoche (Triestina), Caracciolo (Feralpi Salò) e Candellone (Pordenone); 10 gol Nocciolini (Ravenna) e Giacomelli (Vicenza); 9 gol Marilungo (Ternana), Scarsella (Feralpi Salò) e D’Errico (Monza); 8 gol Infantino (Teramo) e De Marchi (Imolese); 7 gol Stanco (Samb), Maracchi (Triestina), Ferrante (Fano) e Danti (Vecomp Verona).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X