facebook rss

Centrosinistra, il retroscena
Romagni: «Ho rifiutato l’offerta
per fare il candidato»

ASCOLI - Dopo l’ufficializzazione di Frenquellucci, le dichiarazioni del ricercatore universitario faranno discutere elettori e simpatizzanti. Svela che sarebbe stato lui se non avesse rifiutato la proposta del Pd

Ludovico Romagni

In casa Pd, a poche ore dall’ufficializzazione del candidato sindaco, spunta un retroscena che farà discutere simpatizzanti ed elettori. Subito dopo il “battesimo” della candidatura a sindaco del giornalista Pietro Frenquellucci – già segretario comunale del Psdi nei primi anni ’90, assessore nella giunta Loreti a fine anni ’80, e collaboratore per un periodo tra il 1996 ed il 2001 della senatrice di Forza Italia Francesca Scopelliti – il ricercatore universitario all’Università di Architettura di Ascoli, Ludovico Romagni, pubblica un post sul suo profilo facebook per mettere al corrente l’opinione pubblica ascolana che il candidato sindaco del centrosinistra sarebbe stato lui, se non avesse detto “no” alla proposta lanciatagli dal segretario comunale del Pd Angelo Procaccini.

Pietro Frenquellucci

«Nei giorni scorsi – scrive Romagni – è apparso il mio nome come possibile candidato sindaco alle prossime elezioni comunali di Ascoli Piceno per il Partito Democratico. Ringrazio tutti per l’attestazione di stima che ho ricevuto e che mi ha quasi commosso. In particolare ringrazio Angelo Procaccini e Cisco De Vita per l’entusiasmo e la considerazione. Purtroppo, dopo una breve riflessione, mi sono reso conto che da qui a poco avrei dovuto percorrere scelte professionali complesse. Lacan le avrebbe definite “macchiniche”… “delcazziche”. Ho dovuto rinunciare. Credo di aver deluso qualcuno e la cosa mi rattrista. Sono anche un po deluso da me stesso che non amo arretrare di fronte ai percorsi complicati anzi, direi che spesso me li vado a cercare. Comunque, un grande in bocca al lupo al candidato del Partito Democratico, e resto a disposizione per qualsiasi contributo utile ad una campagna elettorale così complessa e repentina».

Angelo Procaccini

Tra i vari commenti, a corredo del post di Romagni, c’è anche quello dello stesso segretario Pd, Procaccini. Molto stringato, ma eloquente: «Grazie Ludovico per la persona che sei! E’ stato comunque bello anche solo pensarci… A presto». Frenquellucci, Romagni. Possibile che la candidatura del cardiologo Emidio Nardini, lanciata dal comitato “Ascolto e partecipazione” al Pd non abbia fatto né caldo né freddo?


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X