facebook rss

L’avvocato Saladini: «I dem ci ripensino
ed appoggino Nardini»

ASCOLI - «Sono colpito dal netto rifiuto opposto dal Pd ascolano alla proposta di scegliere il cardiologo come candidato unico del centrosinistra alle prossime elezioni comunali»

Centrosinistra, dall’interno del Pd si chiede ancora di convergere sul nome del cardiologo Emidio Nardini per le elezioni comunali del 26 maggio anche dopo l’ufficializzazione del nome di Pietro Frenquellucci. Un appello accorato arriva dall’avvocato Francesco Saladini, figura storica della sinistra ascolana. «Vecchio elettore PD -afferma- sono colpito dal netto rifiuto opposto dai dem ascolani alla proposta di scegliere il dr. Nardini come candidato unico del centrosinistra alle prossime elezioni comunali.

Emidio Nardini

Col rispetto dovuto a (quasi) tutte le le figure partitiche del passato, non mi sembra che il nome proposto dal PD sia in linea con la richiesta di cambiamento espressa alle recenti primarie da un milione di italiani votando Zingaretti. E mi chiedo, se il problema è il programma perché sembra troppo scarno quello pure assorbente proposto da Nardini (rilanciare la città, ridare vita al centro storico, creare occupazione) con la promessa di stenderne in breve uno più ampio, come mai il PD ascolano non ha pensato di proporre a Nardini di accettare o quanto meno discutere il suo, che peraltro, certo a causa della mia veneranda età, non sono riuscito a leggere in rete. Mi auguro che i dem locali ci ripensino, per non perdere ancora una volta la possibilità di battere la destra illegalitaria e suprematista di Berlusconi e Salvini».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X