facebook rss

Bando cratere, ecco le imprese
che riceveranno i fondi
C’è anche la start up
per la bonifica Carbon

ASCOLI - Nell'Ascolano gli interventi più sostanziosi riguardano la società Terrenuove srl per 1,5 milioni di contributi a fronte di quasi 5 di investimenti. Ci sono poi la Fast Edit sr,l, Ascolive srl, Nanotech srl, Tiburtini srl, Bucciarelli srl, Ingenio Tex, Molino Petrucci, Selettra, Voxelnow srl
...

di Renato Pierantozzi

Una iniezione di 23 milioni di euro a fronte di 65 milioni di investimenti messi sul piatto da 74 imprese residente nell’area del cratere marchigiano che occupa circa il 66% dell’intero territorio del Centro Italia colpito dal sisma. La Regione Marche ha pubblicato lunedì scorso il decreto che sblocca i fondi per cui inizialmente erano stati messi sul piatto 10 milioni del Por Fesr poi aumentati fino a 23. In lista di attesa restano altre 109 aziende i cui progetti per oltre 61 milioni di investimenti (di cui 22,2 finanziabili dalla Regione) al momento non hanno la copertura finanziaria. Altri 49 iniziative invece non sono state ritenute “ammissibili” per circa 21,1 milioni di euro, di cui 9,3 richiesti alla Regione. In totale sono stati presentati e valutati ben 232 progetti per 166 milioni di investimenti, di cui 54,5 erogabili con i fondi pubblici.

I PROGETTI – Nell’Ascolano gli interventi più sostanziosi riguardano la società Terrenuove srl per 1,5 milioni di contributi a fronte di quasi 5 di investimenti. Si tratta della start up creata per la bonifica dell’ex stabilimento Carbon di Ascoli. Ci sono poi la Fast Edit sr,l, Ascolive srl, Nanotech srl, Tiburtini srl, Bucciarelli srl, Ingenio Tex, Molino Petrucci, Selettra, Voxelnow e altri.

TUTTI I PROGETTI FINANZIATI 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X