facebook rss

Il sogno del cassetto
si chiama Promozione

CALCIO DILETTANTI - Nel campionato di Prima Categoria, l'Offida Calcio di mister Pilone ci crede sempre di più, e non molla le prime due Monterubbianese e Acf Fermo. L'ultimo successo di Monsampietro Morico (firmato da Alessandro Cocci) alimenta la speranza per la pattuglia rossoazzurra
...

di Simone Corradetti

Non si ferma la cavalcata dell’Offida Calcio che insegue il sogno della vittoria del campionato per salire in Promozione. Al momento è terza in classifica nel girone D di Prima Categoria con 42 punti alle spalle della capolista Monterubbianese (46) e dell’Acf Fermo (43). I giochi sono ancora aperti e i rossoazzurri non arretrano di un millimetro sotto la guida dell’esperto mister Attilio Pilone.

Alessandro Cocci dell’Offida

Nell’ultimo turno l’Offida ha battuto in trasferta il Monsampietro Morico con una rete decisiva del centrocampista Alessandro Cocci. «E’ stata una partita difficile e combattuta fin dall’inizio e su un campo di piccole dimensioni – dice Cocci, offidano di 22 anni, laureando in Economia all’Università Politecnica delle Marche – sugli spalti entrambe le tifoserie erano molto accese e in campo ci sono stati contrasti fin dai primi minuti. Nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni da gol, nella ripresa eravamo stanchi e siamo andati in difficoltà, ma il nostro portiere Matteo Peroni ha compiuto miracoli. Poi è arrivata la sostituzione – racconta Cocci – quando sono entrato negli ultimi dieci minuti. La palla è arrivata in area e ho fatto gol. Per me è stata una grande gioia e una grande soddisfazione perchè questa vittoria ci permette di continuare la serie positiva. E’ molto bravo il nostro mister, capace di trasmetterci la grinta necessaria, crede nei giovani e sa trasmettere fiducia a tutti partita dopo partita».

Prossimo impegno per l’Offida, allo stadio “Alessio Piccioni”, contro l’Azzurra Mariner di San Benedetto che occupa una tranquilla posizione di metà classifica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X