facebook rss

Le pagelle dell’Ascoli:
Ardemagni subito in gol dopo tre mesi
Ciciretti, una perla su punizione

SERIE B - Quinto centro stagionale per il centravanti che però martedì a Padova non ci sarà causa squalifica (come Brosco e Troiano). Fra i pali si rivede Lanni. Laverone causa il rigore del pareggio. Sottotono Frattesi e Cavion

Ardemagni pazzo di gioia dopo il che ha portato in vantaggio l’Ascoli (Foto Edo)

di Bruno Ferretti

LANNI  6 – Torna in campo senza alcuna emozione dopo oltre tre mesi (mancava dal 21 dicembre, Ascoli-Brescia 1-1). Praticamente disoccupato nel primo tempo, non altrettanto nella ripresa. Niente da fare sui gol: colpo di testa ravvicinato di Coda e rigore di Viola.

LAVERONE 5,5 – Al rientro dopo la squalifica e dopo un buon primo tempo macchia la sua pagella commettendo il fallo da rigore su Armenteros all’ultimo minuto. E consente il pareggio al Benevento che era ormai al tappeto.

BROSCO 5,5 – Presidia l’area con sicurezza per un’ora, poi perde lucidità e comincia a sbandare. Ammonito, verrà squalificato perché era in diffida: martedì sera a Padova non ci sarà.

VALENTINI 6 – Nel settore arretrato l’argentino è il più efficace, quello che non perde la testa. Tiene a bada Coda, specialista nel gioco aereo, con opportuni anticipi.

D’ELIA 6 – Eccellente il suo primo tempo quando prende il sopravvento sulla fascia di competenza diventando ala sinistra. Mette in mezzo diversi palloni che andavano sfruttati meglio. E fra gli ultimi a rassegnarsi al pareggio.

FRATTESI 5 – Gioca nettamente al di sotto delle sue possibilità. Il doppio impegno con la Nazionale Under 20 forse lo ha distratto. Non incide sulla gara e nella ripresa viene sostituito da Casarini.

TROIANO 5,5 – In assenza di Padella riprende i gradi di capitano. A centrocampo è discontinuo: ci mette tanto impegno ma con risultati mediocri. Ammonito, a Padova non ci sarà nemmeno lui per squalifica.

CAVION 5 – Prestazione deludente. Vivarini lo piazza nella posizione di interno destro dove alterna qualche spunto positivo ad errori di misura e pause. Può fare molto meglio.

CICIRETTI 6,5 – E’ il grande ex della partita e svolge bene il suo compito alle spalle delle punte. Procura e poi batte la punizione da cui nasce il gol di Ardemagni e poi raddoppia con un’altra punizione dal limite che si infila all’incrocio dei pali: primo gol in maglia bianconera. Ammonito e poi, a metà ripresa, quando perde ritmo, sostituito da Baldini.

ARDEMAGNI 7 – Rientro dopo oltre tre mesi con gol per il centravanti che aveva segnato l’ultima volta il 15 dicembre al Cittadella. Quinto centro stagionale, per l’Ascoli è un recupero importante. Dopo venti minuti anticipa tutti deviando di testa la punizione-cross di Ciciretti infilando l’angolo. Va a bersaglio di testa anche nel secondo tempo, ma è in fuorigioco e l’arbitro annulla. L’ammonizione gli costa caro perché era diffidato e anche lui salterà la prossima.

ROSSETI 6 – Lavora molto al servizio della squadra e quando è necessario difendere rientra anche nella propria metà campo. Sempre generoso, ha il merito di procurare la punizione da cui nasce il secondo gol ascolano. Nel finale Vivarini lo sostituisce con Chaija per rinforzare il centrocampo.

BALDINI 5 – Entra al posto di Ciciretti per giocare l’ultimo quarto d’ora e l’interminabile recupero. Non lascia traccia della sua presenza.

CASARINI 5 – Sostituisce l’evanescente Frattesi ma non mette a frutto la sua freschezza.

CHAJIA S.V. – Nel recupero il belga dà il cambio a Rosseti ma pochi  se ne accorgono.

ARBITRO AURELIANO 5 – Non era una partita facile da arbitrare, e si sapeva, ma l’avvocato di Bologna la complica ancora di più e nel finale gli sfugge di mano. Il tabellino sembra un bollettino di guerra: 2 espulsi (Caldirola e Tuia entrambi del Benevento), ben 9 ammoniti e 10 minuti di recupero che poi diventano 13, praticamente un tempo supplementare. A metà ripresa accusa un problema muscolare e si accascia a terra dolorante. Riprende ad arbitrare dopo l’intervento dei sanitari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X