facebook rss

Mogos segna ancora
e il Verona frena

SERIE B - L'ex difensore dell'Ascoli porta in vantaggio la Cremonese: quarto centro stagionale e capocannoniere dei grigiorossi. Undicesima di ritorno senza il posticipo del lunedì, perchè martedì (sette gare) e mercoledì (due) si torna già in campo

di Andrea Ferretti

Botta e risposta in meno di venti minuti, e va in archivio l’anticipo dell’undicesima giornata di ritorno della Serie B, che riparte dopo la pausa azzurra e la sbornia rimediata dall’Ascoli a Lecce. I giochi si cominciano a delineare, soprattutto nella parte alta della classifica dove c’è massima incertezza nella lotta per la promozione diretta in A, ma dove a nove giornate dalla fine della regular season nove squadre (ultima posizione utile è l’ottava) si sono staccate di sei punti. Nel primo match della giornata, il Verona non è andato oltre il pari sul campo della Cremonese. Lombardi in vantaggio con l’ex difensore bianconero Mogos (con 4 gol è il capocannoniere dei grigiorossi) e raggiunti dopo pochi minuti da un rigore di Di Carmine. Delle prime due della graduatoria è avvantaggiato il Brescia che riceve il Foggia conoscendo il risultato di Cosenza-Palermo. In vista del turno ravvicinato di martedì (sette partite) e mercoledì (due), non c’è il posticipo del lunedì: l’undicesima di ritorno si chiude domenica sera con il big match Lecce-Pescara.

Mogos (Cremonese) la scorsa stagione con la maglia dell’Ascoli

L’UNDICESIMA GIORNATA DI RITORNO

Venerdì 29 marzo ore 21: Cremonese-Verona 1-1

Sabato 30 marzo ore 15: Ascoli-Benevento, Carpi-Crotone, Perugia-Livorno, Cittadella-Padova, Cosenza-Palermo, Salernitana-Venezia

Sabato 30 marzo ore 18: Brescia-Foggia

Domenica 31 marzo ore 21: Lecce-Pescara

Riposa: Padova

LA CLASSIFICA: Brescia 50 punti, Palermo 49, Lecce 48, Verona 47, Pescara 45, Benevento 43, Perugia 41, Cittadella e Spezia 40, Salernitana e Cosenza 34, Ascoli e Cremonese 32, Livorno 30, Venezia 28, Foggia e Crotone 27, Padova 23, Carpi 22.

LA CLASSIFICA MARCATORI

23 gol Donnarumma (Brescia)

17 gol Mancuso (Pescara)

13 gol Coda (Benevento)

12 gol La Mantia (Lecce)

10 gol Mancosu (Lecce), Verre (Perugia), Pazzini (Verona)

9 gol Torregrossa (Brescia), Nwankwo (Crotone), Diamanti (Livorno), Nestorovski (Palermo)

8 gol Tutino (Cosenza), Palombi (Lecce), Puscas (Palermo), Okereke (Spezia)

7 gol Bonazzoli (Padova), Vido (Perugia)

6 gol Insigne (Benevento), Finotto e Moncini (Cittadella), Kragl (Foggia), Tabanelli (Lecce), Melchiorri (Perugia), Casasola (Salernitana), Bocalon e Di Mariano (Venezia), Di Carmine (Verona)

5 gol Bisoli (Brescia), Schenetti (Cittadella), Mazzeo (Foggia), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Monachello (Pescara); M. Ricci, Pierini e Bartolomei (Spezia), Citro (Venezia)

4 gol Ardemagni, Ninkovic, Brosco e Rosseti (Ascoli), Morosini (Brescia), Iori e Strizzolo (Cittadella), Mogos (Cremonese), Firenze (Crotone), Deli e Iemmello (Foggia), Falletti (Palermo), Capello (Padova), Jallow (Salernitana), Trajkovski (Palermo)

3 gol Cavion e Beretta (Ascoli), Bandinelli (Benevento), Ndoj e Tremolada (Brescia), Mokulu e Jelenic (Carpi); Bruccini, Sciaudone e Maniero (Cosenza), Piccolo (Cremonese), Rhoden e Budimir (Crotone), Gerbo (Foggia), Raicevic (Livorno), Mazzocco e Cappelletti (Padova), Moreo (Palermo), Han (Perugia), Scognamiglio e Brugman (Pescara); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana); Gyasi, Mora, Galabinov e Bidaoui (Spezia); Henderson, Zaccagni e Ryder Matos (Verona), Segre (Venezia)

2 gol Ngombo e Ganz (Ascoli); Asencio, Volta, Improta e F. Ricci (Benevento), Spalek e Tonali (Brescia); Poli, Mustacchio, Di Noia, Arrighini, Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Proia (Cittadella), Idda e Baclet (Cosenza); Arini, Migliore, Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Ahmed Benali (Crotone); Lucas Chiaretti, Loiacono, Tonucci, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Lucioni e Scavone (Lecce); Mbakogu, Clemenza e Ravanelli (Padova); Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Sadiq e Kouan (Perugia); Crecco, Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Andrè Anderson e Rosina (Salernitana); da Cruz, Maggiore e Crimi (Spezia), Bentivoglio (Venezia); Laribi, Tupta e Caracciolo (Verona)

PROSSIMO TURNO – Martedì 2 aprile ore 21: Padova-Ascoli, Verona-Brescia, Benevento-Carpi, Venezia-Cittadella, Livorno-Cremonese, Crotone-Perugia, Spezia-Salernitana. Mercoledì 3 aprile ore 19: Lecce-Pescara. Mercoledì 3 aprile ore 21: Pescara-Palermo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X