facebook rss

L’ampliamento del poligono di tiro
“salva” il Reggimento Piceno

ASCOLI - La rivelazione del sindaco Guido Castelli: «Non dimentichiamoci che nel "libro bianco" della Difesa era prevista la chiusura del Reggimento di Ascoli e che il poligono di tiro di Ripe di Civitella è chiuso per l'inquinamento da piombo. Invece grazie alla struttura di Campolungo i militari potranno addestrarsi senza sostenere eccessivi costi di diaria e di trasferta»

Il sindaco Guido Castelli durante l’inaugurazione dei lavori al Poligono di tiro

di Renato Pierantozzi

Via libera dal Consiglio comunale al secondo stralcio di lavori per l’ampliamento del poligono di tiro che si trova nei pressi dell’ex villaggio del fanciullo. Si tratta di una spesa di 230.000 euro che servirà per rendere ancora più grande la struttura a servizio anche dell’addestramento dei militari del 235esimo Reggimento Piceno. «Si tratta di una infrastruttura fondamentale per la permanenza della caserma che è una direzionalità fondamentale per l’economia cittadina -ha detto il sindaco Guido Castelli nell’ultimo Consiglio comunale- Non dimentichiamoci che nel “libro bianco” della Difesa era prevista la chiusura del Reggimento di Ascoli e che il poligono di tiro di Ripe di Civitella è chiuso per l’inquinamento da piombo. Invece grazie alla struttura di Campolungo i militari potranno addestrarsi senza sostenere eccessivi costi di diaria e di trasferta».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X