facebook rss

Massi, sabato il funerale in Duomo
L’autopsia conferma: infarto

ASCOLI - La camera ardente del grande artista, simbolo del made in Italy, nella casa funeraria Damiani. Da Milano arrivano una settantina di colleghi e amici. Potrebbe esserci anche Donatella Versace. Doppio omaggio dell'associazione "Il Portico di Padre Brown"
...

di Franco De Marco 

Si svolgerà sabato 6 aprile, alle ore 15 in Duomo, il funerale di Luigi Massi, 57 anni da compiere a giugno, ascolano doc di Porta Romana, stilista dell’Atelier Versace di Milano, l’artista che disegnava e realizzava i vestiti per le stelle internazionali dello spettacolo. E’ deceduto nella sua residenza di Milano durante la notte tra martedì e mercoledì. L’autopsia ha confermato che si è trattato di infarto. La salma arriverà domani ad Ascoli e la camera ardente sarà allestita nella casa funeraria Damiani in via Dell’Aspo. E’ annunciata la presenza, da Milano, di una settantina di colleghi e amici. Potrebbe essere presente anche Donatella Versace.

Massi con Jennifer Lopez e Donatella Versace

La morte di Luigi Massi, personaggio amatissimo, ha provocato un immenso dolore e altrettanto sconcerto. Nulla che facesse prevedere una fine così improvvisa. E’ vero che lo stilista confidava agli amici da un po’ di tempo di sentirsi poco bene, di essere sotto stress per la gran mole di lavoro a cui era sottoposto, con continui viaggi in tutto il mondo per incontrare le dive alle quali doveva realizzare il vestito per occasioni particolarmente impegnative, ma la situazione sembrava sotto controllo.

Con Cindy Crawford

Pochi giorni fa era tornato ad Ascoli e si era sottoposto ad alcuni esami. Poi aveva fatto ritorno a Milano dove lo attendevano gli impegni di lavoro. Nella mattina di mercoledì, non vedendolo arrivare al lavoro, fatto molto strano rispetto alla sua consueta puntualità, i suoi compagni di lavoro dell’Atelier Versace si sono preoccupati ed hanno chiamato i Carabinieri. Aveva anche un appuntamento per una importante intervista. Non era da lui assentarsi. Luigi Massi è stato trovato morto sul proprio letto. Infarto fulminante ha sentenziato l’autopsia.
La cerimonia in Duomo sarà celebrata dal vescovo Giovanni D’Ercole. Massi era una persona dolcissima, sempre gentile e disponibile, schiva oltre misura, non riusciva a capacitarsi dell’interesse che suscitava il suo lavoro. Un grande artista. Con Ascoli e la provincia nel cuore. Lui si definiva stilista e sarto. Creatore di abiti e artigiano. Disegnava, tagliava e cuciva i vestiti naturalmente insieme ai suoi collaboratori. Era considerato un vero maestro, un grande artista come detto, in tutto il mondo. I suoi non erano semplici abiti ma opere d’arte che meriterebbero di essere raccolte in un museo.

Qui insieme a un’altra top model, Naomi Campbell

Ad Ascoli aveva tanti amici. Lui non si tirava mai indietro quando c’era da fare qualche iniziativa. Ha collaborato, in particolare, con l’associazione “Il Portico di Padre Brown” guidata dalla giornalista Pina Traini. Con lei aveva dato vita a tanti eventi. In particolare nelle rappresentazioni natalizie. E l’associazione “Il Portico di Padre Brown”, sabato prossimo, in occasione del funerale, gli dedicherà un omaggio particolare. Sta anche pensando di dedicargli un altro omaggio, nel prossimo giugno, nel giorno del compleanno. Nel 1999 fu premiato nel Teatro Ventidio Basso come “Ascolano dell’anno”.
Massi, di casa agli Oscar di Hollywood, alla Mostra del Cinema di Venezia o a Cannes e in tutte le sfilate dell’alta moda, ha vestito personaggi come Angelina Jolie, la sua preferita, con la quale aveva un bel rapporto di amicizia, Jennifer Lopez, Nicole Kidman, Uma Thurman, Keith Hudson, Naomi Campbell, Serena Williams (il famoso abito da sposa bianco con le piume) e molte altre, in Italia aveva di recente vestito Alessia Marcuzzi. Luigi Massi, quello che dalla provincia ha conquistato il mondo della moda, è stato un simbolo assoluto del made in Italy.

Trovato morto Luigi Massi, lo stilista ascolano di Versace che vestiva le dive dello spettacolo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X