facebook rss

Cremonese e Cosenza
imitano l’Ascoli

SERIE B - La classifica comincia a delinearsi sia nella parte alta che in quella bassa, e nel giro di un paio di settimane potrebbero essere emessi i primi verdetti. Il successo sul Pescara avvicina notevolmente i bianconeri alla quota salvezza, ma sono quattro le squadre posizionate nel "limbo"
...

di Andrea Ferretti

Cremonese e Cosenza imitano l’Ascoli: vincono, salgono a quota 38 (a un punto dai bianconeri) ed attendono solo di conquistare i pochissimi punti (2, forse 3) che mancano per attraccare al porto della salvezza. Cremonese e Ascoli lo fanno battendo addirittura Lecce e Pescara. La prima era convinta di poter salire in A senza passare dai playoff dopo tre vittorie di fila in casa. La seconda era convinta di disputare al “Del Duca” un match sulla falsariga del secondo tempo della vittoriosa gara sul Palermo. Niente di tutto questo. Il Cosenza, matricola rivelazione che osserva il turno di riposo all’ultima giornata, batte invece il Crotone nel derby calabrese grazie a un gol di Carlos Embalo. A Cremona la gara è risolta invece da una doppietta di Strizzolo. Ad Ascoli ci pensano i rigori trasformati da Ninkovic e Ciciretti da una parte e da Mancuso dall’altra. Se ad Ascoli-Cremonese-Cosenza aggiungiamo la Salernitana, ne viene fuori un quartetto di squadre destinate – a meno di clamorose sorprese – a chiudere il torneo senza possibilità di accedere ai playoff ma nemmeno di rischiare i playout. Il Brescia intanto si tiene stretto il primo posto dopo aver mandato ko il Venezia con i gol di Torregrossa e Tonali. Il Cittadella e il Benevento ne rifilano quattro al Livorno e al Perugia. A Cittadella il poker lo calano Moncini (2), Finotto e Schenetti. A Perugia, invece, per il Benevento segnano Viola (2), Coda e Caldirola. Umbri due volte in vantaggio con Han e Sadiq. Il Padova (Mbakogu) è quasi in C dopo aver perso a Carpi (Concas e Arrighini), ma la squadra di Castori non è che stia molto meglio. Iemmello firma infine la vittoria del Foggia sullo Spezia. Per chiudere la tredicesima di ritorno manca solo la notturna del lunedì, il match clou Palermo-Verona.

Ascoli-Pescara: Ardemagni è finito giù in area, Di Paolo ha appena indicato il dischetto e Ninkovic segnerà l’1-1 (Foto Edo)

TREDICESIMA GIORNATA DI RITORNO

Venerdì 5 aprile ore 21 Brescia-Venezia 2-0

Sabato 6 aprile ore 15 Cittadella-Livorno 4-0, Carpi-Padova 2-1, Foggia-Spezia 1-0

Sabato 6 aprile ore 18 Perugia-Benevento 2-4

Domenica 7 aprile ore 15 Cremonese-Lecce 2-0, Ascoli-Pescara 2-1

Domenica 7 aprile ore 21 Cosenza-Crotone 1-0

Lunedì 8 aprile ore 21 Palermo-Verona

Riposa Salernitana

LA CLASSIFICA: Brescia 57 punti, Lecce 54, Palermo e Benevento 50, Verona e Pescara 48, Cittadella 45, Perugia 44, Spezia 43, Ascoli 39, Cremonese e Cosenza 38, Salernitana 35, Crotone 33; Foggia, Livorno e Venezia 30, Carpi 25, Padova 24.

LA CLASSIFICA MARCATORI

24 gol Donnarumma (Brescia)

18 gol Mancuso (Pescara)

17 gol Coda (Benevento)

13 gol La Mantia (Lecce)

12 gol Nwankwo (Crotone), Verre (Perugia)

11 gol Torregrossa (Brescia), Mancosu (Lecce)

10 gol Nestorovski (Palermo), Pazzini (Verona)

9 gol Moncini (Cittadella), Diamanti (Livorno)

8 gol Tutino (Cosenza), Palombi (Lecce), Puscas (Palermo), Okereke (Spezia)

7 gol Finotto (Cittadella), Tabanelli (Lecce), Bonazzoli (Padova), Vido (Perugia), Bocalon (Venezia)

6 gol Ninkovic (Ascoli), Insigne (Benevento), Schenetti (Cittadella), Strizzolo (Cremonese), Kragl (Foggia), Capello (Padova) Melchiorri (Perugia), Casasola (Salernitana), Di Mariano (Venezia), Di Carmine (Verona)

5 gol Ardemagni e Rosseti (Ascoli), Viola (Benevento), Bisoli (Brescia), Iemmello e Mazzeo (Foggia), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Monachello (Pescara); M. Ricci, Pierini e Bartolomei (Spezia), Citro (Venezia)

4 gol Brosco (Ascoli), Morosini (Brescia), Iori (Cittadella), Sciaudone (Cosenza), Mogos (Cremonese), Firenze (Crotone), Deli (Foggia), Moreo e Falletti (Palermo), Han (Perugia), Scognamiglio (Pescara), Jallow (Salernitana), Mora (Spezia), Trajkovski (Palermo)

3 gol Cavion e Beretta (Ascoli), Improta e Bandinelli (Benevento); Tonali, Ndoj e Tremolada (Brescia); Concas, Arrighini, Poli, Mokulu e Jelenic (Carpi), Bruccini e Maniero (Cosenza), Castrovilli e Piccolo (Cremonese), Rhoden e Budimir (Crotone), Galano e Gerbo (Foggia), Raicevic (Livorno); Mbakogu, Mazzocco e Cappelletti (Padova), Sadiq (Perugia), Brugman (Pescara); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana); Gyasi, Galabinov e Bidaoui (Spezia); Faraoni, Henderson, Zaccagni e Ryder Matos (Verona), Segre (Venezia)

2 gol Ngombo, Ciciretti e Ganz (Ascoli); Maggio, Asencio, Volta e F. Ricci (Benevento), Martella e Spalek (Brescia); Mustacchio, Di Noia, Pasciuti e Vano (Carpi), Panico e Proia (Cittadella); Embalo, Garritano, Idda e Baclet (Cosenza); Arini, Croce, Migliore, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Ahmed Benali (Crotone); Lucas Chiaretti, Loiacono, Tonucci, Camporese e Cicerelli (Foggia), Lucioni e Scavone (Lecce), Clemenza e Ravanelli (Padova); Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Kouan (Perugia); Crecco, Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara); Duric, Andrè Anderson e Rosina (Salernitana); Capradossi, da Cruz, Maggiore e Crimi (Spezia), Modolo e Bentivoglio (Venezia); Laribi, Tupta e Caracciolo (Verona)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X