facebook rss

«Albertini fu colpito
mentre era a terra inerme
da entrambi gli imputati»

ASCOLI - Sono state rese note le motivazioni della sentenza dei giudici della Corte di Appello di Ancona con cui è stato riformato il pronunciamento di primo grado del tribunale ascolano
...

La vittima Giovanni Albertini

Sono state rese note le motivazioni con cui i giudici della Corte di Appello di Ancona hanno parzialmente rettificato la sentenza di primo grado sul caso dell’omicidio dell’ascolano Giovanni Albertini, morto nella notte tra il 17 e il 18 febbraio dopo essere stato pestato in piazza del Popolo. per l’omicidio sono stati condannati a 11 anni e 8 mesi l’ascolano Giorgio Giobbi (in primo grado condannato a 2 anni) e il pugliese Damiano Chirico a 12.

L’avvocato Gionni

Nelle motivazioni, i giudici dorici ripercorrono tutte le tappe della vicenda sottolinenando a più riprese le condizioni di Albertini che “a malapena si reggeva in piedi” sottolineando “la brutalità dell’aggressione, a parte il non previsto esito mortale” come emerso anche dalle testimonianze delle persone presenti. Nella prima sentenza, invece, Giobbi era stato riconosciuto solo del reato di lesioni. I familiari di Albertini sono stati assistiti dall’avvocato ascolano Mauro Gionni.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X