Quantcast
facebook rss

I parcheggi entrano
in campagna elettorale
tra critiche, attacchi e “scaricabarile”

ASCOLI - La questione dei park Torricella ed ex Gil figura in tutti i programmi dei candidati sindaci. Ecco la storia della controversa convenzione dal 1989 (anno in cui fu progettata per la prima volta la realizzazione delle strutture coperte) a oggi, con cui il Comune ne ha affidato la gestione a una società privata
...

Il parcheggio Torricella (Foto Vagnoni)

I parcheggi cittadini e la gestione della Saba entrano in campagna elettorale. E lo fanno dalla porta principale, quella dei programmi elettorali stilati da partiti, movimenti, liste civiche. C’è chi parla di riappropriazione da parte del Comune della loro gestione, chi di miglioramento dell’attuale convenzione col privato. Ma tutti, nessuno escluso, a criticare duramente la convenzione Comune-Concessionario. In una sorta di scaricabarile politico. “Colpa vostra, no la colpa è di quelli che c’erano prima”. Insomma, tutti colpevoli, nessun responsabile.

Il parcheggio Ex Gil (Foto Vagnoni)

E allora, per fare chiarezza, riproponiamo due articoli pubblicati da Cronache Picene il 19 ed il 20 dicembre 2018 (vedi sotto) in cui, convenzione alla mano, venivano evidenziati tutti i punti del “contratto” con le varie modifiche applicate dalle Amministrazioni comunali succedutesi nel tempo.

Parcheggi, una faccenda travagliata Le convenzioni: da Ciccanti a Cappelli e da Allevi a Celani

Parcheggi, l’apertura dell’ex Gil e di Torricella I due contratti Comune-Concessionario e la chiusura del centro storico


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X