facebook rss

Padova e Carpi
retrocesse in Serie C

SERIE B - A novanta minuti dallo stop della regular season i verdetti sono già tre. Dopo la promozione in A del Brescia (che conquista anche il primo posto matematico), ne arrivano due in coda. Lotta all'ultimo respiro tra Lecce e Palermo per il secondo posto che vale la Serie A e nei bassifondi della graduatoria dove sono in gioco playout e terza retrocessione
...

di Andrea Ferretti

Il Livorno conquista tre punti pesantissimi nello scontro diretto che condanna il Carpi alla retrocessione. Il Benevento stecca di nuovo contro il Padova che torna a casa con un punto e il ritorno in C. Sono i due risultati della B della domenica pomeriggio, che coincidono con altrettanti verdetti, in attesa delle ultime due partite che chiudono la penultima di campionato: Salernitana-Cosenza e il posticipo di lunedì Foggia-Perugia. A Livorno la partita la decide Giannetti, mentre al “Vigorito” ci pensa il solito Coda al 94° ad evitare la clamorosa sconfitta. Per il Padova i gol della disperazione di Pulzetti, Bonazzoli e Baraye. Coda, che sale a 21 reti portandosi a -4 dal capocannoniere Donnarumma, era stato anche l’autore del momentaneo 1-1, poi Caldirola quello del momentaneo 2-2. La Serie B è ormai alla resa dei conti, anche se i verdetti sono già tre: Brescia promosso in A, Carpi e Padova retrocesse in C. Per il secondo posto utile per il salto in massima serie, sarà lotta nell’ultima di campionato tra il Lecce e il Palermo, con i pugliesi avvantaggiati dal punto in più. Anche per decidere la terza retrocessa, e chi disputerà il doppio playout, bisognerà attendere gli ultimi novanta minuti della regular season. Intanto il cambio di panchina non giova al Verona sconfitto nel derby di Cittadella dalle reti di Diaw, Moncini e Iori. Due rigori di Domizzi alimentano invece le speranze per il Venezia di Cosmi, con  il Pescara di Pillon che mastica amaro dopo essere andato due volte in vantaggio con Brugman e Mancuso. Lo Spezia sale al sesto posto grazie ai centri di Galabinov e Bidaoui con cui batte il Crotone, prossimo avversario dell’Ascoli. Al “Del Duca” i gol Moreo e Haas rendono inutile quello di Addae. A Cremona, infine, il punto è utile ai grigiorossi, ma soprattutto consegna matematicamente il primo posto finale al Brescia.

Coda (Benevento): doppietta e 21 gol in stagione

LA 18^ GIORNATA DI RITORNO

Sabato 4 maggio ore 15: Cremonese-Brescia 0-0, Spezia-Crotone 2-0, Ascoli-Palermo 1-2, Venezia-Pescara 2-2

Sabato 4 maggio ore 18: Cittadella-Verona 3-0

Domenica 5 maggio ore 15: Livorno-Carpi 1-0, Benevento-Padova 3-3

Domenica 5 maggio ore 21: Salernitana-Cosenza

Lunedì 6 maggio ore 21: Foggia-Perugia

Riposa: Lecce

LA CLASSIFICA: Brescia 67 punti, Lecce 63, Palermo 62, Benevento 57, Pescara 52, Spezia 51, Cittadella 50, Verona e Cremonese 49, Perugia 47, Ascoli e Cosenza 43, Crotone 40, Salernitana e Livorno 38, Venezia 35, Foggia 34, Padova 30, Carpi 29.

LA CLASSIFICA MARCATORI

25 gol Donnarumma (Brescia)

21 gol Coda (Benevento)

19 gol Mancuso (Pescara)

16 gol La Mantia (Lecce)

13 gol Nkwankwo (Crotone), Mancosu (Lecce), Nestorovski (Palermo)

12 gol Torregrossa (Brescia), Moncini (Cittadella), Verre (Perugia)

10 gol Tutino (Cosenza), Diamanti (Livorno), Okereke (Spezia), Pazzini (Verona)

9 gol Puscas (Palermo)

8 gol Ardemagni (Ascoli), Palombi e Tabanelli (Lecce), Bonazzoli (Padova), Vido (Perugia), Bocalon (Venezia)

7 gol Finotto (Cittadella), Kragl (Foggia), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Trajkovski (Palermo), Melchiorri (Perugia), Di Mariano (Venezia)

6 gol Ninkovic (Ascoli), Insigne (Benevento), Iori e Schenetti (Cittadella), Strizzolo (Cremonese), Iemmello (Foggia), Capello (Padova), Moreo (Palermo), Djuric e Casasola (Salernitana), Galabinov (Spezia), Di Carmine (Verona)

5 gol Brosco e Rosseti (Ascoli), Viola (Benevento), Bisoli (Brescia), Piccolo (Cremonese), Sciaudone (Cosenza), Mazzeo e Deli (Foggia), Raicevic (Livorno), Monachello (Pescara), Jallow (Salernitana); M. Ricci, Pierini e Bartolomei (Spezia), Domizzi e Citro (Venezia)

4 gol Bandinelli (Benevento), Morosini e Tremolada (Brescia), Arrighini (Carpi), Mogos (Cremonese), Ahmed Benali e Firenze (Crotone), Cappelletti (Padova), Falletti (Palermo), Han (Perugia), Brugman e Scognamiglio (Pescara); Bidaoui, Mora e Maggiore (Spezia), Trajkovski (Palermo), Faraoni (Verona)

3 gol Cavion e Beretta (Ascoli); Caldirola, Asencio e Improta (Benevento), Tonali e Ndoj (Brescia); Concas, Poli, Mokulu e Jelenic (Carpi), Panico (Cittadella), Bruccini e Maniero (Cosenza), Arini e Castrovilli (Cremonese), Rhoden e Budimir (Crotone), Galano e Gerbo (Foggia), Gori (Livorno), Mbakogu e Mazzocco (Padova), Jajalo (Palermo), Sadiq (Perugia); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana), Gyasi (Spezia); Henderson, Laribi, Zaccagni e Ryder Matos (Verona), Segre (Venezia)

2 gol Ngombo, Ciciretti e Ganz (Ascoli); Armenteros, Maggio, Volta e F. Ricci (Benevento); Romagnoli, Martella e Spalek (Brescia); Cissè, Sabbione, Suagher, Rolando, Mustacchio, Di Noia, Pasciuti e Vano (Carpi), Scappini e Proia (Cittadella); Embalo, Garritano, Idda e Baclet (Cosenza); Croce, Migliore, Montalto, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Barberis e Zanellato (Crotone); Lucas Chiaretti, Loiacono, Tonucci, Camporese e Cicerelli (Foggia); Venuti, Lucioni e Scavone (Lecce), Murilo (Livorno); Pulzetti, Baraye, Clemenza e Ravanelli (Padova), Rajkovic e Salvi (Palermo), Kouan e Falzerano (Perugia); Memushaj, Crecco, Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara); Calaiò, Minala, Andrè Anderson e Rosina (Salernitana); Capradossi, Da Cruz e Crimi (Spezia), Modolo e Bentivoglio (Venezia), Tupta e Caracciolo (Verona)

PROSSIMO TURNO (ULTIMA GIORNATA)

Sabato 11 maggio ore 15: Crotone-Ascoli, Brescia-Benevento, Palermo-Cittadella, Perugia-Cremonese, Verona-Foggia, Padova-Livorno, Pescara-Salernitana, Lecce-Spezia, Carpi-Venezia


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X