facebook rss

Definitivamente escluse le due liste
ricusate a Castorano e Roccafluvione

ELEZIONI - A Castorano Mirko Peci ("Tutti insieme") non si è opposto alla decisione della commissione elettorale, resta in corsa solo la lista di Graziano Fanesi e si rischia il non raggiungimento del quorum. A Roccafluvione Emidio Angellozzi ("ViviAmo Roccafluvione") ha fatto ricorso al Tar che l'ha però rigettato: è sprint a due tra Francecso Leoni e Antonio Scipioni
...

di Maria Nerina Galiè

Si è chiuso definitivamente il capitolo sulle liste elettorali escluse dalla consultazione del prossimo 26 maggio per il rinnovo dei Consigli comunali di Castorano e di Roccafluvione. Al momento della presentazione dei documenti, il 27 aprile, erano state ricusate per vizi di forma la lista “Tutti insieme, che vedeva Mirko Peci candidato sindaco a Castorano, e la lista “ViviAmo Roccafluvione”, capitanata da Emidio Angellozzi per Roccafluvione.

Emidio Angellozzi

Mentre Peci e la sua squadra non si sono opposti alla decisione della Commissione elettorale circondariale, Angellozzi ha presentato ricorso al Tar che però è stato rigettato, tagliando fuori il tartuficoltore dalla competizione. Nei due Comuni coinvolti dunque restano in pista, per Castorano Graziano Fanesi con la lista “Il coraggio di cambiare”, per Roccafluvione Francesco Leoni, attuale primi cittadino con “Uniti con Leoni per Roccafluvione” e Antonio Scipioni con “Noi con Voi per Roccafluvione”.

Graziano Fanesi

Per Fanesi a questo punto l’unico ostacolo potrebbe essere rappresentato dal raggiungimento del quorum. In caso di una sola lista nei Comuni fino a 15.000 abitanti infatti, il numero dei voti validi non deve essere inferiore al 50% dei votanti ed il numero dei votanti non inferiore al 50% degli elettori. Diversamente l’elezione è nulla. «Questo per noi non è un motivo di preoccupazione – commenta il candidato sindaco di Castorano – poiché vedo entusiasmo sia da parte dei cittadini che all’interno del gruppo. Siamo tranquilli e fiduciosi, convinti delle nostre potenzialità».

Sarà invece una partita a due a Roccafluvione, tra Leoni e Scipioni entrambi sinceramente dispiaciuti per quanto accaduto ma concordi, seppure sentiti separatamente, nel sostenere di non poter dare corso alla proposta di Angellozzi di rinunciare alla candidatura per correre tutti e tre insieme in un altro momento. «Se lo facciamo – spiegano – danneggiamo il paese consegnandolo ad un commissario esterno non si sa per quanto tempo».

Si dicono invece aperti ad accogliere all’interno del loro programma elettorale idee e progetti che più stavano a cuore alla lista ormai fuori gioco. «Ci sembra una forma di rispetto dovuto nei confronti di persone che come noi volevano mettersi a disposizione dei cittadini» commenta Scipioni. «Mi avrebbe fatto davvero piacere confrontarmi anche con Angellozzi» ribadisce Leoni che stasera martedì 7 maggio (ore 21) presenta la lista e il programma nella nuova aula magna della locale scuola materna.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X