Quantcast
facebook rss

Scartato dall’Ascoli, Diagne in Turchia
vince scudetto e classifica cannonieri

CALCIO - L'attaccante senegalese quattro anni fa era stato proposto dalla Juventus. Ma i tecnici del Picchio non lo giudicarono utile e fu rispedito indietro. Ha segnato 30 gol, ma la "Scarpa d'Oro" gliel'ha soffiata Messi. Ora è nel mirino di diversi top club europei
...

Diagne durante la sua breve parentesi ascolana

Scartato dall’Ascoli, in Turchia ha vinto il campionato con il Galatasaray e la classifica cannonieri con 30 gol. E per poco non si è aggiudicato anche la “Scarpa d’oro” ovvero la graduatoria dei migliori realizzatori europei che ha visto primeggiare il mitico Messi, autore di 34 reti con il Barcellona nella Liga spagnola. Parliamo dell’attaccante senegalese Mbaye Diagne (27 anni) che nell’estate 2015 poteva passare all’Ascoli.

Arrivato giovanissimo in Italia iniziò a giocare con i dilettanti del Brandizzo, piccolo centro in provincia di Torino. Nel 2012 il passaggio al Bra, in Serie D, dove con 23 gol fu determinante nella promozione dei piemontesi in Lega Pro. Il senegalese fu ingaggiato dalla Juventus che lo mandò in prestito all’Ajaccio, in Corsica, dove però per ragioni burocratiche non riuscì a giocare.

La Juventus allora propose Diagne all’Ascoli, ma dopo un periodo di prova in precampionato fu scartato. L’allenatore bianconero era mario Petrone. Successivamente l’attaccante senegalese fu ceduto per 200.000 euro dalla Juventus all’Ujpest, in Ungheria, quindi il trasferimento in Turchia per giocare nel Kasimpasa e infine il passaggio al Galatasaray. Il resto è storia recente. Diagne oggi è fra i migliori goleador in circolazione, tanto da finire nel taccuino di diversi top club europei. All’Ascoli resta il rimpianto di non aver creduto in lui rispedendolo al mittente.

Bru.Fer.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X