facebook rss

Piero Celani dopo l’aggressione a Travanti:
«Nulla può giustificare la violenza»

ASCOLI - Il candidato sindaco: «La violenza fisica e verbale non può né deve essere uno strumento di lotta politica e sociale Ascoli è sempre più spesso teatro di episodi di violenza che impongono una seria riflessione e il pronto intervento delle Istituzioni e di tutte le forze politiche cittadine»

Piero Celani (Foto Andrea Vagnoni)

«Condanniamo il folle gesto di aggressione all’amico Claudio Travanti e gli ribadiamo la nostra vicinanza umana e politica. Quanto accaduto rafforza in noi la volontà di continuare ad impegnarci per gli interessi generali della città». E’ la presa del candidato sindaco Piero Celani posizione dopo l’aggressione denunciata mercoledì sera all’ex assessore Claudio Travanti. «La violenza fisica e verbale -dice Celani- non può né deve essere uno strumento di lotta politica e sociale Ascoli è sempre più spesso teatro di episodi di violenza che impongono una seria riflessione e il pronto intervento delle Istituzioni e di tutte le forze politiche cittadine. Nulla può giustificare un episodio violento. All’amico Claudio, a nome mio personale e di tutti gli amici che concorrono all’affermazione del Centro Destra moderato, liberale e civico, l’augurio che torni, con rinnovato slancio ed impegno, a battersi con noi con tutta la sua straordinaria idealità e il suo alto senso di partecipazione. Claudio -conclude- ha sempre posto al servizio della comunità il suo impegno civile e democratico anteponendo la forza delle idee alla violenza cieca ed assurda propria di chi, evidentemente, non ha idee e proposte. Auguri Claudio!».

Claudio Travanti aggredito in strada dal candidato di un’altra lista Il leader di “Movimento Ascolano”: «Mi ha dato un calcione e un pugno»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X