Quantcast
facebook rss

Verde, social e polemiche
Massa: «I consiglieri siano responsabili»

OFFIDA - Il neo sindaco interviene in maniera netta con una nota polemica nei confronti della minoranza: «L'esercizio del ruolo di rappresentanza implica qualcosa di più che limitarsi ad inviare mail, addirittura con posta certificata, ma prive di sottoscrizione»
...

Verde pubblico, segnalazioni social e buone prassi di operatività. E’ su questi temi che interviene, in maniera netta, il neo sindaco Luigi Massa con una nota polemica nei confronti dei consiglieri di minoranza.

Il sindaco Massa

«Refrattario all’inutile polemica – spiega – ma per amore di chiarezza informativa ho il dovere di rappresentare, con determinazione e serenità, l’assoluta strumentalità di post pubblici dell’opposizione consiliare che mirano ad asseverare, fittiziamente, la loro azione come determinante nella realizzazione di interventi manutentivi del verde pubblico». «Gli interventi in questo settore – continua Massa –  come quelli in altri, sono per prassi amministrativa consolidata programmati ed attuati dall’Amministrazione Comunale e dall’ufficio Patrimonio e Manutenzioni dell’Ente, in base a criteri oggettivi di priorità definendone, se del caso, relativa copertura finanziaria straordinaria. Nessuna Amministrazione, come ovvio, doveroso e amministrativamente corretto, determina la propria azione rispetto a “segnalazioni social“, fatto salvo il caso, ammissibile, di emergenze straordinarie e repentine».

«Stigmatizzandone il comportamento -va avanti ancora il primo cittadino- invito i consiglieri di minoranza ad attuare la propria operatività, legittima, innanzitutto con una doverosa assunzione di responsabilità personale apponendo firme e qualifiche in calce alle comunicazioni che hanno ritenuto, ritengono e riterranno di inviare all’Amministrazione, ciò a necessaria chiarezza e doverosa responsabilità verso l’Amministrazione, gli uffici, ed i cittadini». «Evidenzio – è la conclusione – ma non ho molta fiducia nel fatto che ciò venga compreso e condiviso, che l’esercizio del ruolo di rappresentanza consiliare se vuole porsi con ottica di stimolo e propositivo nei confronti dell’Amministrazione, ampiamente legittimata dal consenso elettivo con la larga maggioranza assoluta dei consensi, implichi qualcosa di più che limitarsi ad inviare mail, addirittura con posta certificata, ma prive, come accaduto, di sottoscrizione. L’Amministrazione, gli uffici sono stati, sono e saranno sempre a disposizione nel raccogliere le indicazioni e segnalazioni dei nostri concittadini dovendone, doverosamente, declinarne in atti di priorità la soluzione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X