Quantcast
facebook rss

Aveva violentato la convivente,
in galera dopo quattro anni

ASCOLI - I fatti rislagono al giugno 2015. L'allora 32enne teramano aveva anche procurato lesioni alla convivente. Poi il provvedimento del Tribunale di Ascoli di non avvicinarsi alla donna. I fatti avvennero a Monteprandone. Ora l'arresto dei Carabinieri di Monsampolo e le porte del carcere di Marino che si aprono
...

Trentasei anni, teramano. E’ l’uomo arrestato dai Carabinieri della Stazione di Monsampolo e portato nel carcere di Marino del Tronto dove deve scontare cinque anni e tre mesi di reclusione per violenza sessuale e lesioni aggravate. I fatti risalgono a quattro anni fa (giugno 2015) e vennero commessi a Monteprandone dall’allora 32enne nei confronti della sua convivente dell’epoca.

Della quale aveva sessualmente abusato dopo averla picchiata fino a provocarle delle lesioni, come venne appurato dai Carabinieri della locale Stazione i quali consegnarono al magistrato un fascicolo molto dettagliato. L’ordine di carcerazione venne firmato dalla Procura della Repubblica di Ascoli, ma l’uomo – al quale venne imposta la misura cautelare di non avvicinare la sua “vittima” – è stato rintracciato proprio in queste ore dai militari dell’Arma di Monsampolo nel corso di un controllo, dal quale è risultato che era colpito dal provvedimento del Tribunale.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X