Quantcast
facebook rss

Borraccini e la sua giunta:
«Ci faremo carico delle aspettative
che abbiamo generato»

ROTELLA – Durante la cerimonia di insediamento sono state rese note le deleghe. Corradetti sarà vice. Nei ringraziamenti del primo cittadino, un pensiero è andato al padre Luigi, storico sindaco deceduto nel gennaio 2018 in un tragico incidente
...

Il team amministrativo di Rotella

di Maria Nerina Galiè

Sull’onda dell’importante successo elettorale ottenuto (quasi il 70% delle preferenze) Giovanni Borraccini, sindaco riconfermato di Rotella, sabato 8 giugno ha dato il via ai lavori del nuovo consiglio comunale con una cerimonia che lui stesso ha definito intensa e ricca di significato istituzionale ed emotivo.

Il sindaco Borraccini

«Siamo felici e orgogliosi -afferma- ma allo stesso modo carichi di grandi responsabilità per le aspettative che abbiamo generato. Ma ce ne facciamo volentieri carico e garantiamo, sin da ora, tutto il nostro impegno per il bene esclusivo di Rotella». Nei ringraziamenti il pensiero del primo cittadino è andato al padre, Luigi, storico sindaco di Rotella e deceduto a gennaio 2018 in un tragico incidente. «E’ stato un punto di riferimento per molti anni della nostra comunità. Questa vittoria gli avrebbe fatto molto piacere».
Durante la cerimonia sono stati resi noti gli incarichi attribuiti sulla base della volontà dell’elettorato, completata «dall’esigenza di rappresentare in giunta l’intero territorio comunale, non solo il capoluogo, e di non creare disparità di genere».  Bilancio, lavori pubblici, edilizia e urbanistica sono andate al sindaco. Corrado Corradetti, vicesindaco, si occuperà di turismo, politiche giovanili ambiente e territorio. Sarà pure referente per la frazione di Capradosso. L’altro assessore è Piero Esposito con delega alle attività economiche, sport e rapporti con le associazioni. Ottengono la delega speciale del sindaco Marco Tirabassi, per la viabilità e come referente di Castel di Croce. E Ombretta Paoletti, per la scuola, sanità, politiche sociali e pari opportunità. A Luca Amadio sono state affidate le attività produttive e l’agricoltura, a Francesco Angelini l’energia ed il ruolo di referente per Poggio Canoso, a Gregorio Paolo Pallotta cultura, rapporti con le istituzioni e personale. Borraccini conferma inoltre le commissioni tematiche consultive, estendendo l’invito a farne parte anche alla minoranza.

Gli impegni del nuovo team vedono al primo posto la ricostruzione, iniziata nella precedente amministrazione. Che però deve andare di pari passo con la salvaguardia e l’incentivo al lavoro e all’occupazione, partendo dalla difesa delle attività produttive già esistenti e favorendo nuovi insediamenti attraverso la  concessione di sgravi fiscali comunali e la realizzazione del Polo Artigianale, per cui sono stati già sottoscritti i primi contratti. Lo sviluppo passa anche per il turismo. Per questo sono già stati aperti tavoli con le associazioni territoriali. Infrastrutture, viabilità e decoro urbano completeranno le azioni volte, per dirla con le parole di Borraccini, «ad un percorso di rinnovamento, ricostruzione e sviluppo per rendere il nostro piccolo paese più bello, piacevole da vivere e dinamico più che mai»

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X