Quantcast
facebook rss

La pulizia dei fossi,
si comincia col “Centobuchi”

MONTEPRANDONE - Nei prossimi mesi si interverrà sui tratti denominati Nuovo e Sant’Anna. In programma un incontro con il Consorzio di Bonifica
...

Il sopralluogo del consigliere Sergio Calvaresi sul fosso Centobuchi

E’ partito dal fosso Centobuchi, il primo di una serie di interventi su tutti i corsi d’acqua del territorio comunale. Una ditta incaricata dal Consorzio di Bonifica della Marche su mandato del Comune sta liberando il corso da vegetazione, materiale terroso, pietre e sedimenti che, depositandosi sull’alveo e nelle parti finali, ostacolano il normale deflusso delle acque. Le operazioni rientrano nella Convenzione sottoscritta dal Comune e dal Consorzio Bonifica Marche per la manutenzione ordinaria e straordinaria di corsi d’acqua nel centro abitato, in particolare per la progettazione, direzione degli interventi e la loro realizzazione. L’importo complessivo è pari a 35.000 euro provenienti da fondi comunali e comprende anche la pulizia del fosso Nuovo e Sant’Anna.

«Dopo una prima attività di monitoraggio di tutti i fossi abbiamo chiesto alla ditta di intervenire sul fosso Centobuchi, iniziando dal tratto a nord della Salaria – spiega il consigliere delegato alle politiche ambientali Sergio Calvaresi – nelle prossime settimane avremo un incontro con i vertici del Consorzio di Bonifica per rafforzare la collaborazione per la manutenzione ordinaria e straordinaria di tutti i fossi, anche quelli che insistono fuori dal centro cittadino e che sono di diretta competenza del Consorzio. Chiederemo di effettuare interventi periodici di spurgo e pulizia che garantiscano il regolare scolo e deflusso della acque e prevengano il rischio idraulico in caso di forti piogge».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X