Quantcast
facebook rss

Arengo, in Consiglio l’annuncio
della nuova Giunta comunale
Bono verso la presidenza dell’assise

ASCOLI - Il sindaco sta mettendo a punto le deleghe. Gli esclusi eccellenti Di Micco, Volponi e Pantaloni. Cardinelli ai lavori pubblici e Brugni ai servizi sociali?
...

di Franco De Marco

E’ la settimana in cui ci sarà la fumata bianca per la nuova Giunta del Comune di Ascoli. Ma per avere questa fumata bianca bisognerà molto probabilmente aspettare la seduta di insediamento del nuovo Consiglio comunale prevista per sabato prossimo 29 giugno alle ore 17. Il sindaco Marco Fioravanti ci vuole pensare bene. Non tanto sui nomi, che sono già definiti, quanto sulle deleghe. Il primo cittadino, in “materia”, è sempre abbottonatissimo e non si è mai fatto sfuggire alcun commento.  A domanda risponde: «Il clima è molto sereno». Ma qualcuno, inevitabilmente, rimarrà deluso.

A destra Alessandro Bono (Foto Andrea Vagnoni)

Se non fosse stato per la mossa della Lega, che, forse cogliendo di sorpresa lo stesso sindaco, ha ufficializzato la sua squadra, in maniera perentoria, vale a dire Dario Corradetti, Nico Stallone e Monia Vallesi, la donna che molti non si aspettavano, probabilmente ancora staremmo a ragionare solo su ipotesi e deduzioni.

A meno di clamorose sorprese, assai improbabili, la nuova Giunta dunque è fatta. Le ultime indiscrezioni, se così le vogliamo chiamare, danno quale favorito, per la poltrona di presidente del Consiglio, l’avvocato Alessandro Bono, il più preferenziato della lista “Scelta responsabile” davanti a Donatella Ferretti. E’ stata presa in considerazione anche l’ipotesi Luca Cappelli (Insieme per Ascoli) ma, in base ai “dosaggi”, forse è stato ritenuto troppo premiante, per questa lista, che pure ha dato un contributo notevole alla vittoria di Marco Fioravanti, ottenere un assessore (Monica Acciarri, la capolista) e un presidente del Consiglio.

Allora ricapitoliamo. La squadra maschile dovrebbe essere formata da Dario Corradetti e Nico Stallone della Lega, il primo sicuramente al bilancio e il secondo allo sport più altro (lavoro e sviluppo economico?), Gianni Silvestri vice sindaco (lista Forza Ascoli), Massimiliano Brugni (Noi di Ascoli) in odor di servizi sociali e Marco Cardinelli (Fratelli d’Italia) destinato quasi sicuramente ai lavori pubblici. Cinque uomini e quattro donne. Le donne sono state definite da tempo: Donatella Ferretti (Scelta responsabile), destinata sicuramente alla cultura, Monica Acciarri (Insieme per Ascoli), Monia Vallesi (Lega) e Laura Trontini (Forza Ascoli). Monica Acciarri sembrava la destinataria dei servizi sociali ma per questa delega ci sarebbe in corsa, e con ottime credenziali, anche Massimiliano Brugni, assessore comunale uscente allo sport. Nei primi giorni della nuova settimana Marco Fioravanti metterà a punto la distribuzione delle deleghe. L’escluso eccellente, o il deluso più di tutti, tra gli uomini appare Massimiliano Di Micco (Per Ascoli) che questa volta pensava di poter tornare ad incarichi assessorili. Tra le donne rimangono semplici consigliere sia la pediatra Maria Luisa Volponi (Cittadini in Comune) sia il manager di Fratelli d’Italia Francesca Pantaloni entrambe in possesso di qualità adeguate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X