Quantcast
facebook rss

Coppa Paolino Teodori,
presentata l’edizione 58
fra continuità e sorprese

ASCOLI - Il programma dell'evento sportivo per eccellenza dell'estate ascolana. Fra le novità, la diretta video di Radio Ascoli e la prima edizione del "Memorial Pietro Laureati" con una sfilata di auto d’epoca. Tutte le modifiche della viabilità
...

di Giorgio Tabani

Presentata ufficialmente oggi alla Bottega del Terzo Settore di Ascoli la 58° edizione della Coppa Paolino Teodori, in programma questo fine settimana, dal 28 al 30 giugno. La cronoscalata, tra le gare più longeve d’Italia, rappresenta uno degli eventi maggiormente sentiti in città e momento irrinunciabile per tutti gli appassionati di motori. Organizzata dal Gruppo sportivo dilettantistico A.C. Ascoli Piceno e dall’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo diretto da Stefano Vitellozzi, la cronoscalata di quest’anno si aggiunge a una ininterrotta storia che ha portato la nostra città alla ribalta internazionale dell’automobilismo.

Una delle novità principali di questa edizione sarà la diretta video a cura di Radio Ascoli, che da anni si occupava (e continuerà a farlo) di quella radiofonica. Grazie a uno sforzo tecnico non indifferente (droni, telecamere, GoPro dei piloti ecc.) sarà quindi possibile seguire le fasi salienti della gara (la partenza, diversi tratti del circuito e l’arrivo), ascoltare le interviste a caldo e monitorare costantemente tempi e classifiche. Sarà fruibile sulla pagina Facebook della Coppa Paolino Teodori e di Radio Ascoli, sul canale 89 (EmmeTv) del Digitale Terrestre o anche sul maxi schermo presente sul pianoro di Colle San Marco.

L’altra importante novità sarà la prima assoluta del memorial “Pietro Laureati”. Laureati, ingegnere sambenedettese, fu uno dei protagonisti della prima edizione del 1962 della Coppa e vi partecipò fino all’inizio degli anni ’80 per un totale di 18 volte. Voluto dal figlio Mario e dagli altri familiari di Laureati per celebrare la passione sportiva del padre e di tutti i piloti, consisterà in una sfilata di vetture d’epoca, fra cui quella usata dal padre per la gara del 1977. La sfilata precederà la cronoscalata e si tratterà soltanto di una prima edizione: l’obiettivo è allargare il numero di vetture e averne di sempre più importanti.

Tra i presenti anche Mario Laureati, oltre al direttore sportivo del Gruppo Sportivo Aci Pierluigi Terrani il quale ha invitato ad intervenire, oltre che Laureati e don Giampiero Cinelli, direttore di Radio Ascoli, anche Armando De Vincentis delegato provinciale del Coni di Ascoli e Angelo Davide Galeati, presidente della Fondazione Carisap.

Elio Galanti, presidente dell’Automobile Club, ha preso per primo la parola, lodando il grande lavoro dello staff che, sebbene composto da volontari, raccoglie ormai un’ammirazione a livello europeo. «La Coppa Teodori – ha aggiunto – con la Quintana e il Carnevale costituisce la manifestazione ascolana più importante. Vogliamo essere primi in tutto, ma per anzianità siamo secondi solo alla Trento-Bondone, con cui ci alterniamo per la validità nel Campionato europeo e a cui ci legano amicizia e stima. Siamo riusciti, con grande fatica e varie pressioni, a garantire anche quest’anno un percorso stradale sicuro».

«Con l’importante lavoro svolto quest’anno anche a livello mediatico, speriamo e ci aspettiamo un grande successo di pubblico – ha spiegato Giovanni Cuccioloni, presidente del Gruppo sportivo dilettantistico A.C. Ascoli Piceno – da sottolineare il numero di iscritti, appena sei unità sotto il massimo consentito di 250 partecipanti: senza le rinunce dell’ultimo minuto ci saremmo arrivati! Fra i partecipanti ci saranno ben nove donne. Repubblica Ceca, Francia e Romania saranno i paesi stranieri più rappresentati». Cuccioloni ha poi ricordato che la cronoscalata sarà valida per la terza prova dell’International Hill Climb Cup, il secondo campionato del settore per ordine di importanza, oltre che per il Campionato Italiano Velocità Montagna (Civm) e il Trofeo italiano velocità montagna, zone Nord e Sud.

Teatro di gara sarà il collaudato percorso da Colle San Marco a Colle San Giacomo, di 5.031 metri per un dislivello di circa 700, che coniuga una prima parte guidata a una parte alta con tratti veloci ed impegnativi, con la presenza di quattro tornanti a completare il difficile confronto con il cronometro. Il programma, ormai consolidato, prevede venerdì 28 giugno le verifiche sportive dalle ore 14,30 alle 19 e quelle tecniche dalle ore 15 alle 19,30. Le prove ufficiali sul percorso saranno in due turni, sabato 29 giugno, ad iniziare dalle ore 9,30. L’altro turno a seguire. Domenica 30 giugno la gara, in due manches, prenderà avvio alle ore 9,30.

CAMBIA LA VIABILITA’ – Per consentire lo svolgimento della gara, sono state decise alcune modifiche alla viabilità dell’area interessata, con l’attivazione di un servizio gratuito di bus navetta gratuito (sabato dalle 8,30 alle 13 e domenica dalle 8 alle 17,25) in località Bivio Colle. In particolare dalla mezzanotte di venerdì alle ore 21 di domenica ci sarà l’interdizione al transito veicolare (esclusi i veicoli a servizio delle residenze) e l’interdizione alla sosta con rimozione forzata in via Circonvallazione San Marco su ambo i lati, in via Medaglie d’Oro (tratto da via Circonvallazione San Marco a via XXV Aprile) e in via XXV Aprile. Dalle ore 7 alle 20,30 di sabato e domenica, saranno interdette la circolazione veicolare e la sosta – con rimozione forzata – in via Caduti della Resistenza su ambo i lati, da estendere fino al monumento ai Caduti/incrocio via Martiri della Resistenza. Dalle ore 7 alle 20,30, sia sabato che domenica, sono interdette la circolazione veicolare e la sosta con rimozione forzata su ambo i lati di via Martiri della Resistenza per il tratto compreso dalla Provinciale per San Marco fino al chiosco bar. Dalle ore 5 alle 20 di domenica divieto di sosta, con rimozione forzata su ambo i lati, in via Martiri della Resistenza (tra il chiosco bar e l’ingresso dei servizi dei campi da tennis) per consentire la collocazione dei banchi di vendita degli ambulanti autorizzati. Dalle ore 14 di sabato alle 18 di domenica divieto di sosta, con rimozione forzata su ambo i lati, di via Cellini per il tratto compreso dall’intersezione con via Napoli per trenta metri in direzione Colle San Marco.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X