facebook rss

Otto mesi senza Marco Cuculli
Gli amici lo ricordano con un torneo

FOLIGNANO - Appuntamento il 2 luglio al PalaRozzi di Villa Pigna per il primo memorial dedicato al ragazzo prematuramente scomparso lo scorso ottobre. Il calcio era lo sport che amava tanto, con le sue fedi per l'Ascoli e la Roma, grandi come il vuoto che ha lasciato

di Walter Luzi

Un memorial per Marco. A otto mesi dalla prematura scomparsa gli “Amici di Marco” Cuculli hanno organizzato un quadrangolare di calcio per ricordarlo. Il calcio, lo sport che amava così tanto. Con le sue fedi per l’Ascoli e la Roma, grandi, come il vuoto che ha lasciato a quelli che gli hanno voluto bene. E sono tanti.

Marco Cuculli con la sorella Silvia

Grandi come l’amore per il suo lavoro di pizzaiolo nel ristorante di famiglia, la Pizzeria del Cucù, a Villa Pigna di Folignano. Aveva iniziato qui, appena adolescente, sotto la guida di mamma Rita, la scuola migliore che potesse avere, nel locale aperto all’inizio degli anni ’80 dal papà Gianfranco e dallo zio Amedeo. Vocato per natura al lavoro, e a tutti i sacrifici che esso comporta, aveva abbracciato con entusiasmo, da brillante e appassionato autodidatta, la professione di pizzaiolo dopo il diploma all’Alberghiero. Era cresciuto davanti al forno, che richiede quotidiani sudore e dedizione. I tanti amici si ritrovavano sempre qui, alla Pizzeria del Cucù, pur di passare qualche ora vicino a lui, conciliandone così gli irrinunciabili doveri. A parlare, a scherzare, e farsi una birra insieme. Con Massimo e Marco soprattutto, gli amici di sempre. Due simpatizzanti della Lazio. Ma nessuno è perfetto.

La pizzeria diventa così un luogo di festosa aggregazione, grazie a Marco, a cui neanche la dura fatica di ogni giorno riesce a togliere mai il sorriso. Quel suo sorriso, dolce e un po’ malinconico, sempre stampato sul volto. Una difesa, anche, che gli serve a mascherare un piccolo deficit uditivo che nessuno si preoccupa di curare. Quel sorriso che si accende solo con Ludovica, la nipotina amatissima, e Vanessa, la più bella del paese, per cui nutre un affetto profondo. Un sentimento inconfessato. Ma la luna è già bello stare a guardarla, e a sognarla, anche se è irraggiungibile.

Marco Cuculli da ragazzo con i compagni di squadra

Otto mesi senza Marco, stroncato da un morbo raro e invincibile. Mesi duri per Silvia, la sorella, privata del punto di riferimento più importante; per mamma Rita, più sola in quella cucina; e papà Gianfranco, ex poliziotto, e noto, pittoresco, veggente del pallone. E poi i tanti amici del bar Segà, a Villa Pigna. Dopodomani, martedì 2 luglio, si giocherà per Marco a due passi da qui. Sul campetto del PalaRozzi. Quattro le squadre in campo a partire dalle ore 19: Kuki, Fagiani, Pizzeria del Cucù e il Sorriso di Davide. Ma i nomi delle formazioni e i colori delle casacche conteranno poco. Forse neanche i risultati, o la classifica finale. Il 1° Trofeo Pizzeria del Cucù gli “Amici di Marco” lo solleveranno al cielo tutti insieme.
Ciao Marco. Siamo tutti qui. Per te. Nessuno di noi ti dimenticherà mai.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X