facebook rss

Ascoli, Di Mascio molto vicino al Teramo:
rivoluzione in arrivo nel settore giovanile

CALCIO - Il responsabile tecnico sta per lasciare il club bianconero dopo cinque anni. Avrebbe già avuto un incontro con il nuovo patron degli abruzzesi

Cetteo Di Mascio (Foto Edo)

di Bruno Ferretti

Rivoluzione in arrivo nel settore giovanile dell’Ascoli? Cetteo Di Mascio, da cinque anni responsabile tecnico, e da tre anche allenatore della Primavera, starebbe per lasciare pur avendo altri due anni di contratto. Di Mascio (60 anni ad agosto) è stato contattato dal Teramo attraverso il nuovo general manager Andrea Iaconi che gli ha offerto la direzione della “cantera” con l’obiettivo di far crescere i ragazzi e portarne qualcuno in prima squadra. Iaconi ha lavorato con Di Mascio (sono entrambi abruzzesi) negli anni ’90 a Pescara. Il tecnico avrebbe già avuto un contatto con Franco Iachini, neo presidente del Teramo, che intende rilanciare la società partendo proprio dal settore giovanile. Di Mascio potrebbe trovare un accordo con l’Ascoli e liberarsi per passare al Teramo. Intanto continua ad operare per l’Ascoli. Ha visionato tanti giovani per la prossima stagione, ed era presente al “Casale” in occasione della presentazione del nuovo allenatore Paolo Zanetti. Da Corso Vittorio non trapela nulla sulla vicenda, una sorta di top-secret.

RICHIESTE PER CAVION – ll centrocampista Michele Cavion, protagonista di un buon campionato (33 partite, 3 reti) é richiesto da due squadre di Serie B: la neopromossa Entella e la Cremonese. Per quest’ultima sarebbe un ritorno. Cavion é sotto contratto con l’Ascoli fino al 2021.

L’EX SBAFFO AL GUBBIO – Alessandro Sbaffo, 29 anni, ex centrocampista dell’Ascoli, é stato ingaggiato dal Gubbio in Serie C. Sbaffo, che nei giorni scorsi era stato molto vicino alla Samb, ha giocato in maglia bianconera nel campionato di Serie B 2011-2012 (32 presenze, 3 gol). Successivamente fu squalificato per un anno e mezzo poiché coinvolto, seppur marginalmente, nell’inchiesta del calcioscommesse.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X