facebook rss

Auto abbandonata sulla Circonvallazione
Un caso sociale, l’assessore Brugni:
«Predisposto un Piano d’aiuti»

ASCOLI - Dalla segnalazione di un lettore e da un articolo di Cronache Picene si è scoperto che una persona utilizzerebbe la vettura come dimora. L’assessore ai Servizi sociali: «Lo aiuteremo, ho già sollecitato gli uffici ad intervenire»

Abbiamo dato notizia, ieri, di un’auto parcheggiata, da mesi, lungo la Circonvallazione che dallo stadio “Del Duca” conduce a Monticelli. Immediatamente, soprattutto dai commenti dei lettori all’articolo, ci siamo accorti di trovarci davanti ad un “caso sociale”. Quello che vedrebbe una persona utilizzare quella vettura, la sua, come dimora. Secondo il racconto di queste persone, in sostanza, l’uomo sarebbe stato visto entrare ed uscire dall’auto più volte in tutti questi mesi. Senza, però, che nessuno segnalasse la cosa ai Servizi sociali del Comune. Che, proprio grazie alle foto inviateci da un lettore e al nostro articolo, sono potuti venire a conoscenza della situazione e, quindi, ad intervenire.

Spiega l’assessore comunale Massimiliano Brugni: «Faremo i controlli del caso. Da subito. Naturalmente senza violare la privacy della persona. E’, infatti, già partita la procedura per vedere chi è, quali problemi ha, e tutto il resto. Dopodiché provvederemo ad aprire un iter ad hoc per lui, così come facciamo per tutte quelle persone che risultano in difficoltà. Del resto il mio obiettivo, così come lo è stato per chi mi ha preceduto (l’assessore Donatella Ferretti, ndr), è quello di non lasciare indietro nessuno».

Per Brugni, i primi giorni da assessore ai Servizi sociali non sono stati di certo semplici. Vista la mole di lavoro a cui il suo assessorato è sottoposto. «La situazione ad Ascoli la conosciamo bene – è il commento amaro dell’assessore – le fragilità ci sono e, purtroppo, non sono poche. Per anni questo settore è stato il fiore all’occhiello dell’amministrazione comunale e il mio impegno è proseguire su questa strada, già ben spianata. Sto già pensando, ad esempio, là dove ce ne fosse bisogno, di prorogare quei redditi di dignità che il nostro Comune, unico in Italia, ha finora elargito (36 nella passa consiliatura, ndr), a tutti quegli ascolani che ne hanno bisogno e non ricevono il reddito di cittadinanza».

Intanto, grazie alla segnalazione del nostro lettore un’altra persona in difficoltà potrà ricevere aiuto e sostegno. «Questo è il nostro compito – chiosa Brugni – del resto non c’è cosa più gratificante per un amministratore che quella di risolvere i problemi dei propri cittadini. Soprattutto di quelli più in difficoltà». Insomma, la macchina di pronto intervento si è messa in moto. «E questo – conclude l’assessore – in collaborazione con la Polizia Municipale, che provvederà anche a far rimuovere l’auto ferma, perché parcheggiata in un punto molto pericoloso per la circolazione veicolare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X