facebook rss

Ad Ascoli non si placa
la furia del vento
A San Benedetto strade allagate
e sottopassi chiusi

MALTEMPO - Dopo una notte di tregua si scatena di nuovo e non risparmia nessuna zona della provincia. La situazione peggiore sulla costa. A San Benedetto si è parzialmente allagato anche il Comune. Grande lavoro per i Vigili del fuoco i quali, armati di motoseghe, hanno effettuato decine di interventi per tagliare alberi e rami crollati. In azione anche Polizia Municipale e Protezione Civile

Uno dei sottopassi chiusi dalla Polizia Municipale

Riviera di nuovo in tilt per la seconda ondata di maltempo che si è abbattuta sulla cosa in poche ore. Dopo quella di ieri pomeriggio, e una nottata di treegua, il bis questa mattina. Strade allagate e sottopassi off limits. L’acqua irrompe anche in Mmunicipio, come testimoniano le foto sotto. La Polizia Municipale e la Protezione Civile hanno chiuso, a titolo precauzionale, i sottopassi di via Virgilio, via Voltattorni e via Monfalcone

La situazione si è andata poi normalizzando, ma anche in viale De Gasperi si sono registrati problemi ed è piovuto persino all’interno del Palazzo municipale, con gli addetti ai lavori costretti a chiudere alcune scalinate. La situazione all’interno del Municipio ha fatto subito il giro dei social, con commenti dai toni facilmente intuibili. Per la serie: “Chi dovrebbe proteggerci dagli allagamenti è il primo ad allagarsi”.

Comunque sia, è andata meglio nell’area tra piazza Garibaldi, via Roma e via Montebello. Zona storicamente molto critica sul fronte degli allagamenti, ma che ha avuto un sensibile miglioramento dopo l’entrata in funzione del nuovo impianto fognario, che porta le acque piovane dal centro all’area portuale. Tante persone si sono adoperate per far defluire l’acqua nei tombini e nei chiusini la maggior parte dei quali risultano otturati da immondizia e, quindi, da una scarsa maniutenzione. Anche in questo caso è polemica.

Nell’interno gran lavoro per i Vigili del fuoco che ad Ascoli e dintorni sono al lavoro dal pomeriggio di ieri, armati di motoseghe, per tagliare alberi e rami abbattuti dal vento. A Monterocco, vicino al palasport, un ramo è finito su un mezzo parcheggiato. Alberi e rami in mezzo alla strada anche a Curti e Venarotta. Doversi anche i vetri delle abitazioni che si sono rotti, così come i tetti da cui minacciano di cadere giù i coppi. Gli interventi effettuati sono finora una ottantina. Altrettanti quelli ancora in lista di attesa, con la sala operativa e le linee del 115 prese d’assalto. Interventi di messa in sicurezza sono stati effettuati anche sulla superstada dove ieri si è abbattuto un grosso albero, sulla corsia mare-monti, all’altezza dello svincolo di Monsampolo.

I Vigili del fuoco dei comandi di Ascoli e Fermo (danni e numerosi interventi anche nel Fermano, soprattutto sulla costa) sono una cinquantina, con nove squadre operative che stanno correndo da tutte le parti rispondendo alle chiamate che continuano a tempestare il centralino della caserma di Castagneti. I pompieri al lavoro sono quelli dei Comandi di Ascoli e di Fermo, dei distaccamenti di San Benedetto e di Amandola e del presidio di Arquata del Tronto.

(aggiornato alle ore 14)

Due immagini dell’interno del Comune di San Benedetto

Chisini otturati a San Benedetto. E partito il “fai da te”: a volte basta anche un semplice ombrello

A San Benedetto, nella zona di piazza Garibaldi, via Roma e via Montebello, ha retto bene il nuovo impianto antiallagamento

Ascoli: poco fa a  Monticelli

Tromba d’aria sulla costa, albero si abbatte sull’Ascoli-Mare


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X