facebook rss

Chirurghi a congresso
per ridurre l’impatto
del bisturi sui pazienti

ASCOLI - Chirughi, e non solo, a congresso per ridurre anche complicazioni, degenza e costi degli interventi. Se non sono promesse, ne avranno beneficio tutti. Se ne parla venerdì mattina 12 luglio al Centro congressi della Camera di commercio
di Epifanio Pierantozzi
Vi piacerebbe se venissero “ridotte drasticamente l’impatto dell’intervento chirurgico sul paziente, le complicanze perioperatorie del 50%, la degenza postoperatoria e i costi del trattamento del 30-40%.”? Sembra la solita promessa elettorale, invece è quanto si propone il congresso “Protocolli di Enhanced Recovery in chirurgia. Teoria e pratica” – organizzato dal primario di Chirurgia del Mazzoni, Marco Catarci, e dalle società scientifiche Acoi e Pois (acronimi per addetti ai lavori), rispettivamente con i presidenti Pierluigi Marini di Roma e Ferdinando Ficari di Firenze – domani mattina al centro congressi della Camera di Commercio di Ascoli.

L’ospedale “Mazzoni” di Ascoli (foto Vagnoni)

Detto che la partecipazione prevede crediti formativi per le professioni sanitarie, per ora si prevedono oltre 200 partecipanti tra chirurghi, anestesisti, infermieri, dietisti, fisiatri, fisioterapisti, geriatri, gastroenterologi, operatori socio-sanitari, medici di medicina generale e medici trasfusionali.

Nella presentazione si legge, tra l’altro: “L’evento riguarderà lo stato dell’arte di un nuovo protocollo di assistenza perioperatoria definito “ERAS” (Enhanced Recovery After Surgery, o guarigione potenziata dopo chirurgia), che rappresenta un percorso innovativo di tipo multifattoriale e multidisciplinare… Alcuni degli item del protocollo verranno esposti e discussi da esperti provenienti da tutto il territorio nazionale, giungendo infine a trattare, nell’ultima sessione, le prospettive di implementazione pratica del protocollo, presentando e discutendo i risultati di varie sperimentazioni regionali e nazionali”. C’è solo da augurarsi che quanto promesso sia realizzato al più presto, Asl permettendo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X