facebook rss

Tentano la truffa dello specchietto,
messi in fuga da nonno detective

SENIGALLIA - Tre tentativi di raggiro in pochi giorni. In uno di questi, i malfattori sono stati messi in fuga da un anziano che ha subito chiamato i Carabinieri

Truffa dello specchietto

Una coppia di truffatori tenta di abbindolare un anziano con la classica truffa dello specchietto. Ma quei due malfattori – un uomo e una donna – sono dovuti scappare via trovandosi davanti non un anziano inerme ma un nonnetto con i riflessi pronti che ha subito capito cosa doveva fare: chiamare il 112.

Il fatto è accaduto a Senigallia e a raccontarlo sulla pagina social “Segnalazioni e furti Senigallia” è stato il nipote dell’anziano. Lo fa con una punta d’orgoglio per quel suo nonno-detective che, sebbene sia stato seguito fino a casa dai truffatori a bordo di una Renault Clio bianca con lo specchietto rotto e nonostante le richieste insistenti di pagamento del danno, non si è lasciato suggestionare e ha minacciato di chiamare i Carabinieri.

A quel punto i banditi sono scappati. L’anziano ha riferito che i due avevano una inflessione del sud Italia. Sembra che l’auto fosse ferma a bordo strada quando hanno notato il nonnetto passare e quindi, scelto come vittima, lo hanno seguito. Sembra che la stessa coppia avesse già tentato la truffa la settimana prima ai danni di una donna, sempre a Senigallia.

Terzo tentativo, con le stesse modalità, oggi. Stavolta ad agire sono stati un uomo e una donna, insieme a un bambino, su una Alfa Mito di colore bianco. Hanno provato a chiedere denaro per il presunto specchietto spaccato in manovra a un uomo il quale, sicuro di non aver fatto alcun danno, ha detto che avrebbe chiamato i Vigili urbani. Tanto è bastato per far scappare i truffatori.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X