facebook rss

Solestà si prende ancora il Palio
Innocenzi fa 13 con “Love Story”
(Le foto della Giostra)

ASCOLI - Il cavaliere folignate fa il record della pista alla prima tornata (50,7 secondi) poi controlla con rapidità e precisione. Gubbini (Tufilla) è subito fuori dalla lotta con 3 penalità. Seconda Porta Maggiore con Zannori poi Picchioni (Piazzarola)

Il tabellone riassuntivo della giostra

di Claudio Romanucci

(foto Edo)

E’ ancora Solestà. Col record della pista, 1.986 punti e la sua 13esima vittoria, Luca Innocenzi consegna al sestiere gialloblù il 31esimo palio della Quintana dopo una gara impeccabile, guidata fin dalla prima tornata con piglio autorevole. Il cavaliere di Foligno è trascinato al successo ancora una volta dal suo “Love Story”, scatenando la festa dei propri sestieranti prima al campo dei giochi poi alla “Taverna del sole”.

Innocenzi al bersaglio

Il vantaggio su Porta Maggiore e Piazzarola è cresciuto nel corso della gara tanto da diventare incolmabile. Per di più Massimo Gubbini di Porta Tufilla, con tre penalità in avvio, ha pregiudicato la propria prova lasciando ad Innocenzi anche la possibilità di poter controllare.

Prima tornata

Avvio in ritardo, alle ore 21,52. Solestà parte forte, Innocenzi piazza il record della pista (50,7 secondi) per 386 punti ed un totale di tornata di 686 punti. Segue l’esordiente 18enne ascolano Lorenzo Melosso (Porta Romana) che porta a casa un incoraggiante tempo (51,1) con un 80 al moro per un parziale di 658 punti. Massimo Gubbini con “Giulia e le stelle” si preclude subito possibilità di vittoria con tre penalità prima del terzo assalto (-90 punti). Ciò vanifica il competitivo tempo di 51,4 e la precisione al tabellone per un parziale di 582. Anche Mattia Zannori (Porta Maggiore) è frenato da una bandiera rossa: 51,1 per 378 punti e tre 100 per un totale 648 punti. Riccardo Raponi (S. Emidio) resta a distanza con un tempo alto (53,5 secondi e 630 punti) così come Fabio Picchioni (Piazzarola) che con 53,4 e tre centri conquista  632 punti.

Zannori, una rivelazione

Seconda tornata

Innocenzi completa con regolarità con 51,4 e tre centri che valgono 672 punti ma il promettente Melosso non ne approfitta per rimanere in scia e cede ancora terreno (52,3 il tempo, un 80 al tabellone e una penalità). Seguono Gubbini (52,4 e tre centri), il recupero in classifica di Zannori (658 punti di tornata), Raponi (600) e Picchioni (616).

Terza tornata

Sant’Emidio e Tufilla hanno deciso in avvio il cambio di cavallo che ha comportato altre penalità nel punteggio (60 punti ciascuno). L’inversione dell’ordine di partenza (dal sesto al primo provvisorio) vede Sant’Emidio in pista incappare in altre due penalità. Seguono Tufilla, Piazzarola e Porta Romana (53,2 secondi, tre “80” al bersaglio e una penalità). Mattia Zannori consegna a Porta Maggiore il secondo posto (1.946 punti di Quintana) poi è tripudio per Solestà.

Gubbini di Porta Tufilla

Raponi in corsa per Sant’Emidio

Terzo posto per Picchioni (Piazzarola)

Melosso, gran debutto per lui


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X