facebook rss

Torre dei Gualtieri,
conclusi i lavori
sul monumento simbolo

SAN BENEDETTO - Lo annuncia il consigliere Stefano Muzi, che ha seguito l'iter insieme all'assessore Assenti. Si tratta del primo intervento dal 2004 riguardante la manutenzione straordinaria della struttura campanaria

La Torre dei Gualtieri

In questi giorni si è concluso l’intervento di manutenzione straordinaria sull’impianto campanario della Torre dei Gualtieri, in piazza Sacconi, nel quartiere Paese Alto.

Operai al lavoro

«E’ convinzione di questa amministrazione che il patrimonio storico e culturale della città rappresenti un valore da tutelare» spiega il consigliere comunale Stefano Muzi, che congiuntamente all’assessore Andrea Assenti ha seguito l’iter amministrativo propedeutico allo svolgimento dei lavori.
«E’ da circa quindici anni, precisamente dal 2004, che non si interveniva più sulla struttura campanaria, la quale in tutto questo tempo è stata colpita da un lento ma inesorabile processo di deterioramento, quasi da metterne in discussione l’ordinario funzionamento -continua Muzi-. Il monumento è un simbolo non soltanto per i sudentrini, gli abitanti del quartiere, ma per l’intera comunità sambenedettese, che vi si rispecchia. Costruita nell’ultimo ventennio del XV secolo la Torre ha al suo interno due campane, la più grande “Baldini di Rimini” del 1853 e la più piccola “ Pasqualini di Montedinove” del 1866».

Il consigliere Muzi

«I lavori -conclude il consigliere- sono stati affidati ad una ditta specializzata di Fermo, la “De Santis-Corinaldi” che, per un compenso di circa 3.000 euro ha provveduto a salvaguardare lo stato conservativo delle campane, andando a sostituire i tiranti filettati e le serie di grappe forgiate, oltre che ad installare un nuovo pignone per catene e provvedere alla riparazione del movimento del battente, montando un nuovo perno in acciaio inox. E’ stato posizionato anche un sensore magnetico di sicurezza, il quale in caso si riscontri qualche problema di funzionamento spegne automaticamente l’intero impianto. Un intervento doveroso nei confronti della comunità sambenedettese, ma anche per i migliaia di turisti che ogni anno salgono gli scalini della torre».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X