facebook rss

Il commosso addio ad Alessio Abbagnato
I parenti: «Grazie Ascoli»

ASCOLI - Gremita la chiesa di San Pietro Martire, dove nessuno è voluto mancare alle esequie del noto commerciante di origini siciliane, venuto a mancare alle vigilia del suo 55esimo compleanno. Presente anche il sindaco Fioravanti. In prima fila l'étoile Eleonora Abbagnato accompagnata dal marito Federico Balzaretti

In prima fila Eleonora Abbagnato, la nipote di Alessio

L’ultimo, commovente addio ad Alessio Abbagnato, il commerciante ascolano deceduto la notte tra domenica 14 e lunedì 15 luglio per un infarto che non gli ha lasciato scampo, si è concluso con un fragoroso “Grazie Ascoli!”. Si è levato dai parenti accorsi dalla Sicilia, terra d’origine dell’uomo che proprio oggi, mercoledì 16 luglio, avrebbe compiuto 55 anni. Tuttavia, la folla che gremiva la chiesa di San Pietro Martire con gli occhi ancora pieni di incredulità, per l’improvvisa morte, ma anche di sincera partecipazione alla funzione, celebrata da don Emidio Fattori, sembrava voler dire “Grazie Alessio!”.

Presente anche il sindaco Marco Fioravanti

E da parte di un’intera città nella quale Abbagnato era arrivato una ventina d’anni fa, con una valigia carica di sogni, ottimismo ed entusiasmo, condivisi con la moglie Patrizia Leanza, titolare della boutique “People” di corso Mazzini. Insieme portavano avanti l’attività e numerosi impegni professionali e sociali con Wap (“Viva Ascoli Piceno”), Cna (Confederazione nazionale artigiana), Confcommercio e un pizzico di politica, avendo sostenuto la campagna elettorale del gruppo uscito vincitore alle amministrative recentemente concluse.
Nessuno, di coloro con cui ha collaborato, ha voluto mancare nel momento del saluto. Tra i banchi della cattedrale, accanto a numerosissimi commercianti del centro storico e ai rappresentanti di tutte le associazioni, c’erano anche tanti esponenti dell’Arengo. Tra loro il sindaco Marco Fioravanti, gli assessori Nico Stallone e Donatella Ferretti, che ha pure rivolto un pensiero di conforto alla moglie dell’amico scomparso, e il presidente del consiglio comunale Alessandro Bono. Alessio Abbagnato era inoltre l’orgoglioso zio di Eleonora Abbagnato, ballerina di caratura internazionale, attuale direttore del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, presente alla cerimonia, in prima fila, ma non nelle vesti che le sono consone nei teatri di tutto il mondo. Era lì per sostenere la zia acquisita Patrizia e piangere “il caro zio, l’amico e confidente”, come lo ha definito in un post sui social la stessa étoile. La Abbagnato era accompagnata dal marito Federico Balzaretti, ex calciatore di Roma, Juve e Nazionale. Dopo il funerale, il feretro è partito alla volta della Sicilia, dove sarà tumulato.

M.N.G. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X