facebook rss

Rete lirica: in arrivo Turandot,
Carmen e Italiana in Algeri
Ma al Ventidio nessuna produzione

ASCOLI - Tre titoli molto interessanti. Per l'opera di Puccini regia di Pier Luigi Pizzi. Il Coro ascolano impegnato sia nella Turandot sia nell'Italiana in Algeri. Restano le anteprime giovani per formare il pubblico di domani

Il teatro Ventidio Basso

di Franco De Marco

Mentre la grande estate della lirica è in pieno svolgimento allo Sferisterio di Macerata e l’11 agosto si aprirà il Rossini Opera Festival, ecco il calendario ufficiale autunno-inverno della Fondazione Rete Lirica delle Marche della quale fa parte il Comune di Ascoli. Le opere in cartellone saranno tre: Turandot, Carmen e L’Italiana in Algeri. Si annunciano tutte e tre di qualità. La novità di quest’anno, in senso negativo, è però che ad Ascoli non ci sarà alcuna produzione al contrario di quanto avvenuto negli ultimi anni. Turandot verrà montata a Fermo, Carmen a Fano e L’Italiana in Algeri a Pesaro. Auguriamoci che alla base di questa scelta ci siano solo motivi di alternanza e tecnici e che nella prossima stagione il Teatro Ventidio Basso torni a produrre e ad essere protagonista.

Certo nella passata stagione il capoluogo piceno ha deluso, rispetto agli altri teatri della rete marchigiana, per quanto riguarda l’affluenza del pubblico nonostante gli spettacoli di notevole interesse e qualitativamente alti. Un comportamento, quello del pubblico ascolano, e della Provincia, difficile da comprendere. Vedremo quale sarà l’andamento del cartellone 2019-2020. Questo tra l’altro è l’ultimo anno di contratto tra l’Arengo e la Fondazione Rete Lirica delle Marche. Poi bisognerà confermare l’adesione.  Ma non ci dovrebbe essere il minimo dubbio per continuare la positiva esperienza sul piano artistico magari incrementando magari la promozione e realizzando “tiraggi” ad hoc.

Turandot di Giacomo Puccini debutterà a Fermo, il 9 novembre con l’anteprima giovani – rimane questa formula con l’obiettivo di formare il pubblico di domani – il 7. Nel Teatro Ventidio Basso  andrà in scena il 23 novembre con anteprima giovani il 21. In questa produzione, con direttore Pietro Rizzo e regia di Pier Luigi Pizzi (sempre garanzia di bellezza), sarà impegnato il Coro del Teatro Ventidio Basso diretto dal maestro Giovanni Farina. In buca l’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Coproduzione con la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi e il Teatro Marrucino di Chieti.

Carmen di Georges Bizet debutterà a Fano il 25 gennaio 2020 con anteprima giovani il 23. Ad Ascoli verrà proposta sabato primo febbraio con anteprima giovani il 30 gennaio. A Fermo il sabato successivo, 8 febbraio, con anteprima giovani il 6. A dirigere l’Orchestra Sinfonica “G. Rossini” sarà la giovane e promettente Beatrice Venezi. Regia di Paul-Emile Fourny. Coro del Teatro della Fortuna di Fano “Mezio Agostini”. Coproduzione con la Fondazione di Jesi e l’Opera-Theatre de Metz <Métropole.

Terza ed ultima opera in cartellone L’Italiana in Algeri di Gioachino Rossini. Debutterà a Fermo il 21 marzo con anteprima giovani il 19. A Fano andrà in scena il 28 marzo con anteprima giovani il 26. Nel Teatro Ventidio Basso, infine, il 4 aprile con anteprima giovani il 2. Vincenzo Milletarì dirigerà l’Orchestra Sinfonica “G. Rossini”, regia di Michele Mirabella e Coro del Teatro Ventidio Basso il quale sarà dunque impegnato in due produzioni su tre. Coproduzione con il Rossini Opera Festival e il Teatro Marrucino di Chieti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X