facebook rss

Torna il concorso letterario
“I Colori delle Donne”

ASCOLI - Al via la diciassettesima edizione del concorso internazionale di poesia e prosa, organizzato dalla Provincia e dalla Commissione provinciale Pari Opportunità. Tre le sezioni: una aperta alle donne, una per detenuti/e e l'ultima per studenti/studentesse

La sede della Provincia (foto Vagnoni)

Al via la diciassettesima edizione del concorso internazionale di poesia e prosa “I Colori delle Donne”, aperto a coloro che intendano esprimere la propria creatività ed emozioni attraverso la scrittura. La Provincia e la Commissione provinciale Pari Opportunità hanno proposto nuovamente l’iniziativa ideata dalle compiante Marisa Vittori e Patrizia Albanesi, che ha visto nel tempo una partecipazione numerosa e di qualità che si è ampliata ulteriormente con l’opportunità di adesione del mondo della scuola e di altre categorie.

In questa edizione sono tre le sezioni previste per racconto o poesia: una aperta alle donne di età superiore ai 18 anni di qualsiasi nazionalità, cultura ed etnia, una riservata ai detenuti/detenute nelle case circondariali e, infine, una sezione riservata agli studenti e studentesse delle scuole secondarie superiori del territorio provinciale. Per le prime due sezioni il tema degli elaboratori è libero, per la sezione dedicata al mondo della scuola i componimenti presentati dovranno vertere su tematiche di genere. Le opere saranno giudicate da una commissione composta da rappresentanti del mondo del giornalismo e della cultura.

La scadenza è fissata per il 15 ottobre 2019. Gli elaborati dovranno essere inviati in cinque copie e pervenire in busta chiusa, senza l’indicazione delle generalità con la sola dicitura “Contiene elaborato per il concorso ‘I Colori delle Donne'” e l’indicazione della sezione a cui si partecipa a: Provincia di Ascoli Piceno – Segreteria del Concorso “I Colori delle Donne” – P.zza Simonetti 36 – 63100 Ascoli Piceno. Le generalità dell’autrice/autore, la data e il luogo di nascita, l’indicazione della residenza, il numero di telefono, l’indirizzo e-mail, la dichiarazione che attesti l’opera inedita e brevi cenni biografici dovranno essere invece indicati esclusivamente in una busta chiusa posta all’interno di quella che contiene le copie dell’elaborato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X