facebook rss

L’Ascoli piega lo Spezia 2-1 davanti a mille tifosi
A segno Ninkovic e Scamacca (Le foto)

SERIE B - Positiva la terza e più impegnativa amichevole disputata a Sarnano. I liguri colpiscono due pali. A riposo Ardemagni e Carpani per problemi muscolari

di Bruno Ferretti

Con un gol per tempo di Ninkovic (rigore) e Scamacca, l’Ascoli batte 2-1 lo Spezia, avversario di pari categoria, nella terza amichevole che chiude il ritiro precampionato. Sugli spalti del “Maurelli” di Sarnano sono presenti quasi mille tifosi bianconeri mentre gli spezzini sono una cinquantina. Nell’Ascoli restano in panchina Ardemagni e Carpani causa piccoli problemi muscolari e così Zanetti in attacco propone la coppia Rosseti-Scamacca. Alle loro spalle il fantasista Ninkovic mentre il trio di centrocampo è composto da Cavion e i nuovi Petrucci e Piccinocchi. Davanti a Lanni una linea difensiva a 4 con Laverone e D’Elia esterni, Brosco e Quaranta centrali. Con Ardemagni e Troiano in panchina il capitano è Brosco.

Anche lo Spezia del nuovo trainer Italiano gioca senza la prima punta Galabinov, acciaccato. Al suo posto gioca Gudjhonsen, islandese.
Pronti e via: l’Ascoli passa in vantaggio dopo appena 5 minuti con un rigore di Ninkovic: il portiere lituano Krapikas (giunto dalla Sampdoria) intuisce ma non la prende. Immediata la reazione dei liguri che sfiorano il pareggio (10′) con Federico Ricci il cui tiro si stampa sul palo. Pareggia che arriva al 24′ grazie al rigore trasformato da Matteo Ricci. Rigore concesso per un fallo di mano di Laverone in area su cross di Ramos. L’Ascoli mostra buona ne trame di gioco e al 26′ sfiora il secondo gol con una conclusione di Ninkovic debito dal dinamico Scamacca poi è lo Spezia che si avvicina al raddoppio (35′) con un gran tiro di Delano, respinto dal palo. Si va al riposo sul punteggio di 1-1.

Nella ripresa lo Spezia gioca con un’altra formazione (restano in campo solo il portiere e capitan Terzi). Dopo 6 minuti sul fronte bianconero Zanetti inserisce Andreoni, Valentini e Di Francesco al posto di Laverone, Quaranta e Ninkovic. Poi entrano Fulignati in porta e Baldini a centrocampo per Piccinocchi. E Petrucci si accentra fra Cavion e il nuovo entrato Baldini. Seguono altri due cambi: Troiano per Rosseti e Dopo per Brosco. La stanchezza si fa sentire e cala il livello tecnico della partita. Si registra, da ambo le parti, qualche fallo di troppo. L’arbitro chiude un occhio. Al 28′ l’Ascoli si riporta in vantaggio con Scamacca, sempre a segno nelle tre amichevoli finora disputate. L’attaccante, servito da Andreoni, supera di precisione il portiere ligure in uscita. Applausi per lui e per tutta la squadra vittoriosa.

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni (14’st Fulignati), Laverone (6’st Andreoni), Brosco (31’st Diop), Quaranta (6′ st Valentini), D’Elia (42’st Perri); Cavion, Piccinocchi (12’st Baldini), Petrucci; Ninkovic (6’st Di Francesco); Rosseti (26’st Troiano), Scamacca. A disposizione: Novi, Vignati, Said, Carpani, Chajia, Ardemagni. Allenatore: Zanetti.

SPEZIA primo tempo (4-3-3): Krapikas; Vignali, Marchizza, Terzi, Maggiore; Ramos, M. Ricci, Mora; F. Ricci; Gudjhonsen, Delano.

SPEZIA secondo tempo (4-3-3): Krapikas; Crivello, Terzi (17’st Bastoni), Ceccaroni, De Col; Acampora ((31’st De Francesco), Bartolomei, Awua (42’st Benedetti); Buffonge, Pinto, Gyasi. A disposizione: Desjardinis. Allenatore: Italiano.

Arbitro: Camplone di Pescara.

Reti: 5’pt Ninkovic su rigore, 24’pt M. Ricci su rigore, 28’st Scamacca.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X